L’ospedale San Filippo Neri di Roma è occupato contro i tagli

Cronaca

L’ospedale San Filippo Neri di Roma è occupato contro i tagli

Roma

Saranno tagliati 117 posti letto e chiusi 6 reparti all’ospedale San Filippo Neri

Il segratario provinciale della Uil Fpl di Roma Paolo Dominici ha dichiarato in una stampa che i reparti chiusi saranno:, geriatria, otorino, cardiochirurgia, neurochirurgia e chirurgia toracica, declassandola da Dea II livello a Dea I livello

Sono stati investiti 60 milioni di euro circa negli ultimi 3 anni per il rilancio dell’ospedale vanificati a seguito di una scelta inaccettabile. I dati dell’Asp, sul disavanzo di bilancio, sulla produttività, la ricettività e l’offerta non sono circostanziate, differentemente ai dati presentati dalla Direzione dell’azienda. Questa discrasia non consente un confronto tecnico oggettivo; pertanto riteniamo la decisione di Bondi e dell’Asp pretestuosa ed un chiaro attacco politico al sistema sanitario regionale”.

Prosegue Dominici: “Occorre ricordare che il San Filippo Neri è l’unica azienda ospedaliera pubblica presente sul quadrante di Roma Nord rappresentando un punto di riferimento dell’intera area cittadina, regionale e nazionale.

Si alza il livello dello scontro quindi; già da oggi occuperemo la direzione generale dell’azienda ed attueremo azioni rivendicative eclatanti cercando di coinvolgere tutte le forze sindacali, sociali e del territorio”.

“Questo pomeriggio il Commissario Bondi potrebbe formulare lo scellerato decreto taglia Ospedali. La situazione è esplosiva, le aziende polveriere. – Dice il Segretario provinciale della UIL FPL, Paolo Dominici. Annunciamo che al San Filippo Neri intanto la UIL FPL sta occupando, per difenderli dalla chiusura, i reparti di cardiochirurgia e di neurochirurgia (che rappresentano oltre il 60% dei posti letto che si vogliono tagliare). Bondi – prosegue Dominici – dovrà venire di persona per chiudere queste specialistiche, noi le difenderemo ad oltranza e, nel frattempo, senza arrecare danno ai malati nè provocare disservizi, le occupiamo.

Sergio Manciuria esponende dell’Udc del Lazio ha dichiataro: “Non molliamo la presa, al contrario, raddoppiamo e uniamo gli sforzi continuando ad incalzare il Commissario Bondi per impedire la chiusura dei reparti di eccellenza del San Filippo Neri e garantire a cittadini e a dipendenti la continuità di servizi e lavoro.

Dobbiamo fare di tutto affinché l’opera di rilancio dell’ospedale effettuata dal direttore, dott. Alessio, non sia vana. l San Filippo Neri fa riferimento l’intero territorio a nord di Roma, compresi i comuni del bacino del Lago di Bracciano che, a seguito del depauperamento dell’ospedale Padre Pio, si troverebbero a perdere anche l’erogazione di servizi sanitari di eccellenza quali, ad esempio, la cardiochirurgia.

Fermiamo lo scempio anche questo scempio dei tagli che del governo tecnico che vanno contro il diritto alla tutela della salute dei cittadini.

VIDEO: S.Filippo Neri Presidente ordine dei medici Lazio – Roberto Lala

www.youtu.be/C_l9L1JeI1c

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Simona Pagliarini 62 Articoli
Giornalismo è diffondere quello che qualcuno non vuole che si sappia, il resto è propaganda. (Horacio Verbitsky) Simona, laurea in Psicologia presso l'Università di Roma La Sapienza Giornalista-pubblicista di politica interna, estera e cronaca, scrittrice Amo l'amore, scrivere, il mare, la neve e la vita
Contact: Google+