Maltempo Veneto: frana chilometrica nel bellunese, fango in strada COMMENTA  

Maltempo Veneto: frana chilometrica nel bellunese, fango in strada COMMENTA  

Una frana di enormi dimensioni si è staccata nelle ultime ore nel Bellunese, Veneto settentrionale, zona colpita nelle ore serali di ieri da una forte ondata di maltempo caratterizzata da temporali intensi, con vento forte e grandine. Il maxi smottamento con una colata di detriti, fango e massi di almeno due chilometri, è arrivato anche sulla strada provinciale 641, obbligando alla sua chiusura nel tratto in località Passo Fedaia. Anche le zone vicine a strutture alberghiere o auto, sono state coinvolte dalla frana, verificatasi tra il valico e Malga Ciapela, frazione di Rocca Pietore.

Leggi anche: Terremoto M 3.7 al centro Italia, molte segnalazioni da Teramo e Ascoli Piceno


Nessuno è fortunatamente rimasto ferito ma i soccorsi hanno lavorato alacremente nelle ultime ore con almeno 27 interventi per danni d’acqua in diversi comuni tra i quali Rocca Pietore, Sospirolo, Longarone ma anche Belluno, Ponte nelle Alpi, Sedico e San Nicolò Comelico. Ben sedici squadre dei vigili del fuoco della centrale di Belluno e provenienti anche dai distaccamenti permanenti hanno lavorato per la messa in sicurezza delle zone interessate dalla frana insieme ai volontari di Caprile, Selva di Cadore, Longarone, Alpago, Agordo e Santo Stefano di Cadore.

Leggi anche: Studente americano spinto nel Tevere: a Chi l’ha Visto il video della caduta


(foto Vigili del Fuoco)

Leggi anche

terremoto amatrice
Cronaca

Terremoto M 3.7 al centro Italia, molte segnalazioni da Teramo e Ascoli Piceno

Dopo i terremoti intensi registrati tra California, Cina e isole Salomone, anche l'Italia torna a tremare. E' accaduto poco fa nel centro Italia, a poca distanza dall'epicentro dei terremoti che hanno sconvolto il Paese tra agosto ed ottobre. Qui insiste dal 24 agosto uno sciame sismico incessante, caratterizzato da decine di migliaia di terremoti, alcuni dei quali piuttosto intensi. Come quello di poco fa, un sisma significativo di magnitudo 3.7 che ha avuto il suo epicentro nell'area appenninica del centro italia, tra le province di Ascoli Piceno e Teramo, al confine tra Abruzzo e Marche. Proprio da qui sono giunte Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*