Monte Disgrazia: morti due alpinisti COMMENTA  

Monte Disgrazia: morti due alpinisti COMMENTA  

alpinisti
alpinisti

Tragedia sul Monte Disgrazia, morti due alpinisti bergamaschi mentre scalavano in cordata. Ritrovato anche il corpo di un 26enne scomparso ad aprile.

3 luglio 2016, Buglio in Monte in provincia di Sondrio.Morti due alpinisti bergamaschi, di 35 anni N. F. e 37 anni R. R., domenica mattina intorno alle 9.30 lungo la via Normale del Monte Disgrazia.


I due giovani facevano parte di un gruppo di turisti della provincia di Bergamo.

I due amici incordati insieme, stavano scendendo sulla parete Nord quando il primo è precipitato portandosi dietro il secondo. Gli altri del gruppo hanno assistito impotenti alla tragedia.


L’elisoccorso è arrivato sul posto, hanno partecipato anche la VII Delegazione Valtellina – Valchiavenna del Cnsas Lombardia (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico), ma non c’è stato nulla da fare: i corpi senza vita sono stati recuperati dopo qualche ora di intervento.


Durante l’operazione è stato ritrovato anche il corpo di un 26enne scomparso il 20 aprile scorso al confine tra la Valmalenco e la Svizzera, zona che è stata interessata da una grande valanga.

L'articolo prosegue subito dopo

Si tratta di Roberto Dioli di Caspoggio (Sondrio). Le ricerche erano andate avanti per giorni senza alcun risultato. Ieri il suo corpo è stato ritrovato in Svizzera a un centinaio di metri dal confine.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*