Napoli: bambino minacciato con un’arma per rapinare il padre COMMENTA  

Napoli: bambino minacciato con un’arma per rapinare il padre COMMENTA  

Napoli
Napoli, nuovo episodio d'incredibile violenza metropolitana.

Napoli, incredibile episodio di violenza urbana: puntano pistola contro padre e figlio di appena 6 anni. Si rischia la tragedia per uno scooter.

Le notizie di violenza sono all’ordine del giorno. Furti, risse, femminicidi, omicidi. Siamo talmente assuefatti che in un certo qual modo non ci prestiamo più attenzione. Ma non si può rimanere indifferenti dinanzi a una notizia del genere. Si parla pur sempre di vite umane e quando una vita umana è in pericolo non si può non prestare attenzione. Figuriamoci se i protagonisti della storia odierna sono padre e figlio di appena 6 anni.


E’ un sabato sera come tanti: la galleria Laziale, a Napoli, è intasata dalle migliaia di tifosi che dal San Paolo (si giocava Napoli Lazio) fanno rientro verso Piazza Sannazaro. I testimoni che si trovavano sul posto dichiarano di aver visto, a un certo punto, un’insolita calca quasi allo sbocco del tunnel. Quella che inizialmente sembrava una rissa era qualcosa di ben più grave. Due persone a volto coperto sfoderavano le pistole puntandole alla testa di padre e figlioletto di 6 anni che si trovavano a bordo di uno scooter nuovo di zecca.


L’uomo, ovviamente, ha abbandonato il mezzo fuggendo in direzione opposta cercando di coprire col corpo quello del figlio. Fortunatamente non è accaduto nulla di più.

C’è chi sostiene che una pattuglia della Polizia Municipale, presente in zona, nonostante fosse al corrente dell’accaduto non interveniva. Una storia, come tante, di ordinaria follia che dovrebbe servire a farci riflettere.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*