Napoli: scontri al corteo contro Salvini, la polizia carica i manifestanti

News

Napoli: scontri al corteo contro Salvini, la polizia carica i manifestanti

Scontri a Napoli tra la polizia ed un gruppo di manifestanti incappuciati. Lancio di molotov e idranti per disperdere la folla

Situazione di alta tensione a Napoli dove poco fa si sono verificati scontri tra le forze dell’ordine ed i manifestanti intervenuti per protestare contro l’intervento di Salvini. E’ accaduto nelle vicinanze della convention programmata per oggi alla Mostra d’Oltremare. La polizia in assetto anti sommossa, che presidiava l’ingresso dell’ente fieristico, ha risposto ai lanci di sassi e moltov dei giovani incappucciati con una carica, con i lacrimogeni e sparando acqua ad alta pressione sulla folla per disperderla. Gli incappucciati si sono staccati dal corteo principale, prendendo di fatto alle spalle le forze dell’ordine. E lanciando contro gli agenti petardi e fumogeni. E’ stato il momento più difficile del pomeriggio, una sorta di guerriglia urbana. I facinorosi che attaccavano da un lato e la polizia munita di idranti dall’altro per farli indietreggiare.

A causa del lancio di una moltov è scaturito un principio di incendio, fortunatamente fermato sul nascere.

Mentre i cittadini cercavano zone sicure nei vicini palazzi. La situazione tra via Diocleziano, via Giulio Cesare e piazzale Tecchio è quella di un campo di battaglia: tra cassonetti dei rifiuti in fiamme e gettati ovunque. Poche ore fa all’Ansa il leader della Lega Matteo Salvini ha dichiarato: “É scandaloso che un ex magistrato sfortunatamente sindaco, spero ancora per poco, si permetta di decidere chi può e chi non può venire a Napoli”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche