Quanto guadagna il Presidente della Repubblica?

News

Quanto guadagna il Presidente della Repubblica?

SERGIO MATTARELLA RICEVE L'ONOREFICENZA DI CAPO DELLO STATO DA GIORGIO NAPOLITANO.
SERGIO MATTARELLA RICEVE L'ONOREFICENZA DI CAPO DELLO STATO DA GIORGIO NAPOLITANO.

Vi siete mai chiesti quanto guadagna un Presidente della Repubblica? Se siete curiosi di sapere il guadagni dei Capi dello Stato leggete questo articolo.

Alla Presidenza della Repubblica Italiana spetta il record di essere una delle più costose del mondo. Agli Inglesi la Monarchia (con tutto il suo fastoso apparato) costa sette volte di meno rispetto al nostro Presidente della Repubblica e la sede del Quirinale.

La spesa annuale per il Quirinale è di 224 milioni di euro all’anno in totale per la sua manutenzione. Le cifre specifiche sono:

  • 613 mila euro ogni giorno.
  • 1,73 milioni di euro per la luce.
  • 420 mila euro per l’acqua.
  • 780 mila euro per il gas.
  • 170 mila euro bollette del telefono.
  • 170 mila euro per la posta.
  • 215 mila euro per la cancelleria.
  • 400 mila euro in pranzi e banchetti offerti dal Presidente della Repubblica.
  • 145 mila euro per regali a Capi di Stato.
  • 570 mila euro parco auto.
  • 200 mila euro carburante.

I Presidenti della Repubblica che si sono succeduti in Italia sono:

  • Enrico De Nicola.
  • Luigi Einaudi.
  • Giovanni Gronchi.
  • Antonio Segni.
  • Giuseppe Saragat.
  • Giovanni Leone.
  • Sandro Pertini.
  • Francesco Cossiga.
  • Oscar Luigi Scalfaro.
  • Carlo Azeglio Ciampi.
  • Giorgio Napolitano.
  • Sergio Mattarella.

Quanto guadagna il presidente della repubblica

In Italia il Presidente della Repubblica guadagna poco meno di 240 mila euro l’anno. Una grossa cifra che può variare tra i vari Presidenti. Anche negli altri stati il Presidente della Repubblica ha dei grossi guadagni. Nel mondo gli stipendi si aggirano intorno alle seguenti cifre:

  • Presidente della Germania: 289 mila euro all’anno.
  • Presidente della Repubblica in Francia: 230 mila euro l’anno lordi.
  • Presidente del Governo in Gran Bretagna: 178 mila euro all’anno.
  • Presidente USA: 314 mila euro.
  • Presidente in Russia: 84 mila euro.
  • Presidente in Svezia: 144 mila euro.
  • Presidente in Cina: 22 mila euro all’anno (1.600 euro al mese..).

Giorgio Napolitano: stipendio

L’ex Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano quando era in carica guadagnava 239.81 euro all’anno. Napolitano ha rinunciato all’indennità di fine mandato. Quindi niente vitalizio che solitamente si portano a casa gli ex parlamentari. Si limiterà a incassare i circa 15 mila euro al mese destinati ai Senatori a Vita.

Sergio Mattarella: quanto guadagna?

Sergio Mattarella é il 12° Presidente della Repubblica Italiana. Nato il 23 luglio 1941, é di origini siciliane e ‘figlio d’arte’, anche il padre ed il fratello erano infatti noti politici della DC siciliana.

Sergio Mattarella ha deciso di limitare il proprio stipendio al tetto di 240mila fissato l’anno scorso per gli stipendi dei funzionari dello Stato. In una nota di risposta a “Il Giornale” il Quirinale ha chiarito che il capo dello Stato ha disposto per se stesso e per tutte le persone che svolgono funzioni all’interno della presidenza “l’introduzione del divieto di cumulo delle retribuzioni con trattamenti pensionistici erogati da pubbliche amministrazioni”.

In pratica dallo stipendio di Mattarella viene detratta la pensione che riceve come professore universitario. Il presidente ha inoltre “disposto l’applicazione, all’interno della Presidenza della Repubblica, del tetto alle retribuzioni previsto dalla legge per i pubblici dipendenti, anch’esso non direttamente vincolante per gli organi costituzionali“. Il risultato finale è che il Capo dello Stato guadagna 240mila euro.

Tutti i benefits dei Presidenti della Repubblica

I benifits del Preseidente della Repubblica e degli ex Presidenti sono i seguenti:

  • La scorta sarà fissa sotto casa e lo seguirà nei suoi spostamenti.
  • Per l’ex Presidente lavorerà uno staff che potrebbe arrivare a contare fino a quindici persone. Solo la segreteria da neo senatore a vita sarà, infatti, formata da almeno dieci persone.
  • A Sant’Ivo alla Sapienza gli ex Presidenti avranno un ufficio di oltre 100 metriquadri. Qui potrebbero lavorare un capo ufficio, due addetti ai lavori esecutivi, due a quelli ausiliari, tre funzionari generici, e un consigliere diplomatico. I funzionari saranno pagati dal Senato.
  • Ai funzionari del Senato andranno ad aggiungersi a quelli messi a disposizione del Quirinale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...