Ragazzi della provincia di Bari premiati in Consiglio regionale

Bari

Ragazzi della provincia di Bari premiati in Consiglio regionale


“La Puglia deve trovare nell’Europa le condizioni per tornare ad essere una grande realtà e per questo facciamo affidamento sulla forza giovane delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi”: lo ha detto il presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna, premiando gli studenti delle superiori pugliesi vincitori del concorso “Dall’Unità d’Italia all’unità dell’Europa”, bandito dall’Aiccre Puglia.

“L’Europa ha bisogno dei giovani per diventare un’unione sociale perché quella dei banchieri è un’Europa senza sentimenti”, ha continuato Introna, mettendo in risalto le ombre e le luci di “una comunità anziana – ha detto – che chiede ai giovani la spinta per diventare una realtà compiuta, secondo i disegni dei primi grandi europeisti”.

Di idea della cittadinanza europea da ricostruire ha parlato anche il segretario generale dell’Associazione dei Comuni e delle Regioni d’Europa (Aiccre Puglia) Giuseppe Valerio, presente con il vice segretario Giuseppe Abbati. Con il presidente Introna è intervenuto il consigliere Francesco Laddomada.

In occasione del 150° anniversario dell’unificazione nazionale, l’Aicre con il sostegno del Consiglio regionale ha curato una selezione di temi, elaborati e contributi grafici e multimediali, anche di gruppo, che ha visto vincitori i giovani Michele D’Atri e Simona Mazzeo dell’ITC Pascal di Foggia, Alessandra Di Pace dell’ITC Dell’Aquila di San Ferdinando di Puglia, Giusy Palmisano Josepha Laghezza e Angela Cardone dell’ITC Caramia-Gigante di Locorotondo, Roberta Colaizzi e Francesco Battista dell’ITC Monnet di Ostuni, BR, Carlo Mele del Liceo scientifico-tecnologico Del Prete di Sava, Francesco Battista Ilenia Gargaro e Florinda Montanaro del Liceo Ennio di Taranto.

Ad ognuno dei vincitori sarà consegnato un assegno di studio di 500 euro.

Obiettivo del premio: far conoscere il progetto di pace, libertà e democrazia dell’unificazione europea per giungere, nel rispetto delle identità nazionali, alla riunificazione del vecchio continente in una solida comunità politica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*