Report e Guerra del prosecco COMMENTA  

Report e Guerra del prosecco COMMENTA  

Report in onda su Rai 3: “Bufera sul prosecco”, i produttori insorgono

Il programma televisivo Report in onda su Rai 3 condotto da Milena Gabanelli ha scatenato l’attacco dei produttori del Prosecco: “Ci sentiamo presi in giro, mai mantenuti gli accordi sulla DOC”.

Un vero caso nazionale ormai quello della vicenda sul Prosecco, il Presidente Franc Fabec dell’Associazione agricoltori-Kmecka Zveza che raggruppa la maggior parte degli agricoltori del Carso triestino commenta e solleva la questione sulla presa in giro e sul mancato rispetto della tutela della produzione di Prosecco dal 2009.

Quella che sta montando attorno ai presunti diritti di utilizzo del nome “Prosecco” dei produttori del Friuli Venezia Giulia “è una grande messinscena che non farà bene al nostro prodotto”, replica il presidente del Consorzio di tutela del Prosecco Doc Stefano Zanette.

Secondo quanto si è appreso dal programma, nel 2015 ben 15mila aziende e 527 cantine sparse nelle province di Treviso, Padova, Vicenza, Belluno, Venezia, Pordenone, Udine, Gorizia e Trieste hanno prodotto 438.698.000 bottiglie per un fatturato di due miliardi e 100 milioni di euro.

Cifre importanti da capogiro ma, in effetti, una produzione svenduta: meno di cinque euro a bottiglia, con danni non di poco conto sulla reputazione e sull’immagine dei produttori del Prosecco.

L'articolo prosegue subito dopo

Ci sentiamo presi in giro, aggiunge Fabec, Diamo il nome del nostro territorio per tutelare e difendere un vino che vale miliardi e noi siamo rimasti a bocca asciutta. In tutti questi anni, sul Carso non è stato piantato un solo ettaro di Prosecco. Il nostro vino è stato e continua a essere la Glera».

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*