Sale la domanda di stanze in affitto a Milano

News

Sale la domanda di stanze in affitto a Milano

http://www.notizie.it/wp-content/uploads/2016/09/crescita-delle-stanze-in-affitto.jpg
http://www.notizie.it/wp-content/uploads/2016/09/crescita-delle-stanze-in-affitto.jpg

Le stanze in affitto non sono più una soluzione solo per studenti ma, complice il caro-affitti, in molte città si continua a vivere con amici e colleghi anche dopo la fine degli studi.

Da un’analisi effettuata in tutta Italia, risulta in salita l’offerta di stanze in 14 città italiane con la maggior presenza di studenti fuori sede, i prezzi medi richiesti ad agosto 2016 sono cresciuti del 4 % per le stanze singole e del 2 % per i posti letto in doppia.

Seconda nella classifica è la città di Roma, in cui i prezzi medi restano più bassi per via della sua maggiore estensione territoriale: si spendono mediamente 440 euro al mese per una singola e 300 per un posto letto in doppia.

In Italia, in media, un ragazzo spende 400 euro per una stanza singola e 280 per un posto letto in doppia. Anche in questo caso, isolando le zone più vicine al centro storico o alle università i prezzi delle singole superano mediamente i 500 euro mensili. .

Così Torino sale nella classifica delle città più care per gli studenti fino al quarto posto (prima era al sesto), superando Bologna, Venezia e Pisa e stabilendosi alle spalle delle “irraggiungibili” Milano, Roma e Firenze.

Come si può osservare Milano risulta la più dispendiosa per gli studenti italiani, mentre Palermo la più economica; quest’ultima, inoltre, assieme a Firenze, presenta addirittura una diminuzione rispetto all’anno passato circa i prezzi di affitto.

Se sei proprietario di un immobile a Milano, Venezia e Verona affidati a Guesthero. Si tratta di un portale specializzato negli affitti brevi che offre ai proprietari tutti i servizi (gestione annuncio, check-in, check-out, manutenzione e servizio di pulizia) necessari per usufruire di questa grande opportunità di guadagno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...