Sallusti chiede la Grazia… per mezzo del suo avvocato

Cronaca

Sallusti chiede la Grazia… per mezzo del suo avvocato

Alessandro Sallusti continua a recitare la parte del duro e puro. Dopo l’evasione farsa dai domiciliari, per la quale è stato assolto, ora chiede la Grazia al presidente Giorgio Napolitano. Non lo fa personalmente, anzi, giura persino di non volerlo. A presentare formale richiesta è stato il suo difensore Ignazio La Russa.

Il ministro Guardasigilli, si legge in una nota del ministero, “ha immediatamente disposto la necessaria attività istruttoria, nell’ambito della quale dovranno essere acquisiti i pareri della Procura generale di Milano e del magistrato di Sorveglianza”.

Non appena ultimata l’istruttoria, il ministro Severino “invierà al Presidente della Repubblica il fascicolo per le determinazioni di sua esclusiva competenza ai sensi dell’art. 87 della Costituzione per l’esercizio del potere di clemenza, così come precisato dalla sentenza 200/2006 della Corte Costituzionale”.

“Non ho chiesto nulla, se il Presidente valuta la Grazia è un segnale importante per tutti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche