Sequestro navi USA: problema meccanico, rilascio in giornata COMMENTA  

Sequestro navi USA: problema meccanico, rilascio in giornata COMMENTA  

Si sta risolvendo senza tensioni la vicenda del sequestro delle due navi USA che hanno invaso le acque territoriali iraniane nel Golfo Persico, in navigazione fra Kuwait e Bahrain.


Le autorità iraniane, tramite la Marina Nazionale, hanno proceduto al sequestro delle imbarcazioni, due piccole navi con un equipaggio complessivo di 10 persone, secondo quanto noto al momento, ma l’intervento immediato della Casa Bianca e i contatti avviati con il ministero degli Esteri di Teheran hanno sortito subito i primi effetti. Il Segretario di Stato americano John Kerry, infatti, ha chiarito che le navi americane hanno sconfinato a seguito di un problema tecnico relativo al sistema di navigazione, e che quindi si è trattato di un incidente e non di una volontaria violazione dei confini.


“La questione si sta risolvendo”, ha dichiarato oggi il generale iraniano Ali Fadavi, comandante della Marina Nazionale, dimostrando che Teheran ha accettato le spiegazioni USA relative ai “problemi meccanici”, perciò ora si attende il rilascio dei marinai statunitensi, in merito ai quali il portavoce della Casa Bianca Josh Earnest ha chiarito di avere ricevuto rassicurazioni. “Stanno bene” ha detto infatti Ernest riferendosi ai militari al momento in Iran, “vengono trattati con cortesia e riprenderanno presto il loro viaggio”. Il rilascio dovrebbe essere previsto già nella giornata di oggi, secondo quanto ha riferito l’agenzia Ap, ripresa in Italia dall’Ansa.


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*