Sigaretta fra le dita, seduto in poltrona con i propri vestiti preferiti: il funerale choc

Sigaretta fra le dita, seduto in poltrona con i propri vestiti preferiti: il funerale choc

Un funerale davvero originale, ma che ha scatenato (comprensibilmente) numerose polemiche quello di Fernando de Jesus Diez Beato (26 anni) un ragazzo portoricano accoltellato a morte a San Juan (Porto Rico). Sua madre ha voluto rendergli omaggio nella maniera che a lei sembrava più “giusta”, facendo finta che fosse vivo. Il suo funerale ha del grottesco, inquietante e surreale allo stesso tempo: la salma è stata messa a sedere in poltrona, con le gambe accavallate e con una sigaretta tra le dita. Ha indossato i suoi vestiti preferiti con tanto di occhiali e cappellino all’americana. L’elemento che sicuramente ha destato più inquietudine sono stati i suoi occhi aperti e senza luce. Essi davano l’impressione che Fernando fosse sveglio ed avesse un’aria pensierosa. Un modo per esorcizzare la morte? Del resto ognuno si pone in maniera diversa dinanzi al mistero ed alla ‘volgarità’ dell’ “oscura signora”, anche con metodi che noi potremmo definire bizzarri o addirittura aberranti.

Leggi anche: La Russia bombarda la Siria, ma gli Usa denunciano: ‘State attaccando i civili e non l’Isis’

Leggi anche

denuncia-abusi-via-facebook
Esteri

Denuncia gli abusi del suo ragazzo su Facebook: le foto shock

Una ragazza scozzese ha trovato il coraggio di denunciare la violenza del suo ragazzo con un gesto forte: posta le foto dei suoi lividi su facebook Kelsie Skillen è una ragazza scozzese di 19 anni, vittima del suo ragazzo. Purtroppo non è né la prima né sarà, probabilmente, l'ultima donna ad aver subito violenza dal proprio compagno, però Kelsie ha trovato il modo per fare qualcosa di concreto contro questo fenomeno terribile che non sembra inlcine a cessare. Sulla sua pagina del profilo di Facebook infatti, Kelsie ha pubblicato un posto di denuncia per il suo ex, completo delle fotografie Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*