Siracusa, maxi confisca di beni per il boss Navanteri COMMENTA  

Siracusa, maxi confisca di beni per il boss Navanteri COMMENTA  

Una importante operazione nel quadro della lotta di contrasto alla mafia si è svolta nella mattinata di oggi. Un maxisequestro di beni immobili ha riguardato il boss mafioso Salvatore Navanteri, considerato un elemento di spicco del noto clan Nardo, operante nel comprensorio nord della provincia di Siracusa.


Il sequestro è avvenuto per opera della Dia di Catania e avrebbe riguardato beni immobili riconducibili al Navanteri, e la relativa confisca per un valore totale di oltre 500 mila euro. I sequesti sarebbero avvenuti in proprietà dislocate sul territorio di Vizzini, Francofonte(SR) e Teglio (SO).

Il sequestro è stato effettuato su proposta del direttore della D.I.A dopo gli sviluppi delle indagini recenti e i relativi accertamenti sul patrimonio appartenente al boss Navanteri. Dalle indagini è emerso che il boss non disponesse di sufficienti risorse lecite che giustificassero la mole di investimenti intrapresi per l’acquisto dei beni confiscati.


 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*