Come funziona sistema elettorale americano COMMENTA  

Come funziona sistema elettorale americano COMMENTA  

Il Sistema Elettorale in America è stato un compromesso tra la Convenzione costituzionale del 1787 e il Congresso per eleggere il presidente e che permise al popolo americano di eleggere il presidente. Invece, i cittadini in ogni stato votano essenzialmente degli elettori quando devono esprimere il proprio voto per i candidati alla presidenza e alla vicepresidenza nelle elezioni presidenziali generale. Ad ogni stato vengono assegnati elettori pari al numero dei suoi rappresentanti al Congresso più due elettori per ogni senatore. In 48 su 50 Stati, il candidato che vince il voto popolare, anche se di poco, vince le elezioni nel proprio stato.
1. Si scelgono gli elettori per ogni stato. Gli elettori sono di solito scelti dai partiti politici di ogni Stato. Ogni partito politico sceglie i propri elettori prima delle elezioni presidenziali generali nel mese di novembre di un anno elettorale.
2. Il vostro voto per il presidente degli Stati Uniti nelle elezioni generali: gli elettori che vincono i voti popolari di ogni stato si incontrano nel mese di dicembre.
3. Bisogna ricevere almeno 270 voti al collegio elettorale per eleggere il presidente.

4. Bisogna contare i voti del collegio elettorale. Elettori di ciascuno Stato certificano i loro voti e li inviano a Washington, DC, Nel mese di gennaio, si convoca una sessione congiunta del Congresso e le votazioni sono ufficialmente conteggiate. Naturalmente, il pubblico americano di solito sa chi ha vinto le elezioni presidenziali molto prima di questo bilancio ufficiale a causa della copertura delle notizie e della concessione di discorsi dei candidati perdenti.

5. Se si vince il voto popolare, non si vince la presidenza. Dal momento che tutti i voti del collegio elettorale sono concessi al vincitore delle elezioni politiche in 48 su 50 Stati, in realtà è possibile vincere il voto popolare, ma non la presidenza. Basta guardare quello che è successo nelle elezioni del 2000 tra George W. Bush e il vicepresidente Al Gore.

L'articolo prosegue subito dopo

6. Anche se ha i suoi critici, il sistema è durato molto tempo, il che significa che o funziona o nessuno a Washington può essere d'accordo su un sistema migliore per eleggere il presidente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*