Ragazza affetta da sindrome rara: suda sangue dagli occhi e dalle mani
Ragazza affetta da sindrome rara: suda sangue dagli occhi e dalle mani
Cronaca

Ragazza affetta da sindrome rara: suda sangue dagli occhi e dalle mani

sangue
Suda sangue dalle mani e dagli occhi

Lo strano caso della ragazza di Firenze di 21 anni che, a causa della sua malattia, suda sangue dalle mani e dagli occhi.

Si tratta di una malattia rara che colpisce una persona su 10 milioni e che causa la sudorazione di sangue in modo spontaneo di diverse parti del corpo, specialmente in situazioni di stress. Per la sua particolare anomalia, la ragazza ha attirato l’attenzione della comunità medica internazionale. La sua malattia è stata descritta anche sul Canadian Medical Association Journal. Il nome della malattia rara sembrerebbe essere Hematohidrosis.

Sudorazione di sangue

Questo strano, quanto misterioso, caso di sudorazione di sangue riguarda una ragazza di Firenze di ventuno anni (le generalità sono rimaste segrete per privacy) alla quale capita di avere episodi di perdita di sangue dalle mani e dagli occhi.

Essendo questa una malattia molto rara ha fin da subito destato l’interesse e l’attenzione della comunità medica internazionale. Questa anomalia è stata anche studiata da medici canadesi che hanno riportatao i dettagli e i risultati dei suoi studi sulla prestigiosa rivista medica “The Canadian Medical Association Journal“.

La diagnosi

La giovane fiorentina non ha sofferto sempre di questa malattia, sembrerebbe, infatti, che l’apparizione dei primi episodi di sudorazione di sangue risalgano solamente a qualche anno fa.

I medici toscani che hanno in cura la ragazza, hanno infatti notato che questa aveva sofferto di questo tipo di anomalia negli ultimi tre anni e che ogni volta che si verificano questi episodi, essi hanno una durata che varia dai 2 ai 5 minuti di tempo. I medici toscani hanno quindi eseguito una serie di esami e analisi approfondite che hanno confermato che le funzioni di coagulo del sangue erano normali.

Questo risultato ha fatto pensare che potesse esistere una correlazione tra il momento in cui gli episodi vengo a verificarsi e l’episodio stesso. Altri studi hanno, finalmente, condotto verso la diagnosi corretta: la ragazza soffre di quella che viene chiamata hematidrosis, una malattia che colpisce circa una persona su 10 milioni.

La cura

Successivamente alle analisi, agli esami e alla diagnosi, i medici toscani hanno somministrato alla giovane un medicinale, noto come propranolo. Esso altro non è che un farmaco beta-bloccante che riduce sostanzialmente i suoi sintomi.

Da quando la ragazza ha iniziato la cura, i fenomeni di sudorazione di sangue si sono leggermente attenuati, ma non sono scomparsi definitivamente. La mancata risoluzione del problema dipende dalla natura stessa della malattia che è ancora largamente sconosciuta alla comunità medica internazionale. Si spera che il caso della ragazza fiorentina possa essere d’aiuto ai medici al fine di poter studiare meglio la malattia e imparare a conoscerla e, possibilmente, estinguerla tramite un farmaco adatto.

La sofferenza

Questa malattia, essendo che si manifesta attraverso la sudorazione di sangue e non vi è mai, in alcun episodio, fenomeno di tagli cutanei, non provoca dolore alla ragazza che, se ne accorge solo nel momento in cui si guarda le mani o si tocca il viso. Ma questa malattia e, specialmente, le conseguenze che questa comporta, invalidano la ragazza, la quale non si sente libera e sicura di uscire da casa e stare in compagnia di altre persone.

Negli ultimi anni, infatti, da quando la malattia ha iniziato a manifestarsi, la ragazza si è sempre più chiusa in sé, provocandole una sorta di depressione e un progressivo allontanamento da amici e parenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche