Turchia, scoperta la nazionalità dei kamikaze di Istanbul COMMENTA  

Turchia, scoperta la nazionalità dei kamikaze di Istanbul COMMENTA  

kamikaze

Provenivano da Uzbekistan, Kirghizistan e Daghestan i 3 kamikaze che hanno agito all’aeroporto Ataturk. Ritrovati i loro passaporti.

Sono stati identificati i 3 kamikaze dell’aeroporto di Istanbul. La polizia turca ha ritrovato i loro documenti.


Appartamento in affitto a Istanbul fungeva da base operativa

Secondo quanto diffuso dall’agenzia di stampa Dogan, le forze dell’ordine turche avrebbero ritrovato i passaporti dei 3 kamikaze che qualche giorno fa si sono fatti esplodere all’aeroporto Ataturk di Istanbul provocando la morte di più di 40 persone. Da quanto si è appreso, i 3 uomini provenivano da Uzbekistan, Kirghizistan e Daghestan. I documenti sarebbero stati ritrovati dalla polizia in un appartamento situato nel quartiere di Fatih che i 3 avevano preso in affitto e che fungeva da base operativa.


Altri 3 terroristi ancora in fuga

Le attuali ricostruzioni dicono che almeno uno dei 3 kamikaze era giunto in Turchia dalla Siria. Ora le autorità locali stanno eseguendo diverse irruzioni a Istanbul in luoghi sospettati di essere covi di militanti Isis. Il premier turco ha ribadito la convinzione che dietro l’attacco all’aeroporto ci sia l’Isis. Continuano a mancare rivendicazioni ufficiali.


Al momento sarebbero ancora tre le persone in fuga. Il commando che ha agito a Istanbul era, secondo le autorità turche, composto da 7 persone. Una donna, di cui non si conoscono le generalità, è stata arrestata l’altro ieri.

L'articolo prosegue subito dopo


 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*