Uccide la moglie a coltellate, poi va al bar COMMENTA  

Uccide la moglie a coltellate, poi va al bar COMMENTA  

Uccide la moglie a coltellate, poi va al bar
Uccide la moglie a coltellate, poi va al bar

Un uomo ha commesso il reato di uccidere la moglie a coltellate e poi, come se nulla fosse, è andato al bar a bere con gli amici.


Ha prima ucciso la moglie a coltellate, poi mentre lei era rivolta in una pozza di sangue, lui l’ha abbandonata lì nell’appartamento nel quale vivevano per andare al bar a bere un caffè e comprare le sigarette.


Nel bar, vi era anche il figlio dell’uomo, carabiniere, il quale non sapeva che l’uomo, quindi suo padre, avesse commesso un terribile delitto ai danni di sua madre.


Questo dettaglio, angosciante e inquietante, ha sconvolto un paesino nel comune di Paceco, nella provincia di Trapani, che ora si chiedono come sia stato possibile.

L'articolo prosegue subito dopo


La moglie dell’uomo è una casalinga, il cui nome è Anna Manuguerra, di circa 60 anni, uccisa con coltellate.

Il delitto è accaduto al mattino in seguito a una violenta lite.

Dopo aver raccolto le prime indagini e le informazioni dei vicini, i carrabinieri stanno cercando di capire come sia successo, quale sia la dinamica e stanno cercando l’uomo, l’omicida.

L’omicida, quindi il marito della donna, è stato arrestato con il reato di omicidio di cui ora dovrà rispondere.

In base alle prime ricostruzioni dei fatti e posto sotto interrogatorio, l’uomo ha detto che la donna avesse un altro. I rapporti erano difficili e violenti, fino a sfociare nella lite che ha decretato la morte della donna.

La donna, proprio per via dei rapporti tesi con il coniuge, andava a dormire dalla madre che abita nei pressi della stazione.

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*