Ultimi istanti di vita: uomo sceglie vino e sigaretta

Esteri

Ultimi istanti di vita: uomo sceglie vino e sigaretta

Ultimi istanti di vita

Anziano danese morente chiede come ultimo desiderio un bicchiere di vino bianco e una sigaretta della sua marca preferita: l’ospedale lo accontenta, per dargli una morte dignitosa.

L’ultimo desiderio

Un anziano signore danese di nome Carsten Flemming Hansen, 75 anni, sapendo di essere ai suoi ultimi istanti di vita a causa di un’aneurisma all’aorta addominale ormai inoperabile e di diverse emorragie interne, dal suo letto d’ospedale nella clinica universitaria di Aarhus, la sua città – la più popolosa della Danimarca e quella con il porto principale del Paese –, ha espresso un ultimo desiderio: bere un bicchiere di vino bianco e fumare una sigaretta della sua marca preferita – la Green LA, per la precisione –. Ovviamente nella struttura non si può fumare, ma le infermiere, impietosite, hanno deciso di rompere il protocollo e di far mettere il letto dell’uomo morente sul balcone, in modo che egli potesse tirare le ultime boccate della sua vita – ribadiamo che per questo signore non c’era proprio più niente da fare –. Attorno a lui c’era tutta la sua famiglia – che si è mostrata d’accordo con la decisione del personale ospedaliero – e davanti un magnifico tramonto.

L’episodio è avvenuto pochi giorni fa.

Il racconto dell’infermiera e su Facebook

Un’infermiera, Rikke Kvist, ha raccontato che l’atmosfera di quel momento era “molto accogliente e rilassata”, anche se ovviamente ci sono stati parenti del signor Hansen che non hanno retto alla commozione, perché lui stava per andarsene, ma qualcuno è riuscito anche a fare qualche battuta di spirito.

L’episodio è stato raccontato sulla pagina Facebook dell’ospedale – ovviamente in danese –: è stato spiegato che in un momento in cui ogni cura era ormai impossibile, soddisfare le ultime volontà dell’uomo, garantendogli una morte dignitosa – argomento “caldo” di questi anni in cui si tende anche a legalizzare l’eutanasia -, è stata giudicata la cosa più importante – anche se le ultime volontà del paziente consistevano nel bere vino e nel fumarsi una sigaretta –. Il post ha ricevuto quasi 70.000 “like”, più di 4.500 condivisioni e migliaia di commenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche