Usa 2016, Clinton – Trump e i grandi elettori: ecco la mappa interattiva

Esteri

Usa 2016, Clinton – Trump e i grandi elettori: ecco la mappa interattiva

mappa-usa-2016

Hillary Clinton o Donald Trump? Chi sarà il prossimo presidente degli Stati Uniti d’America. A rispondere è una mappa interattiva.

Fra pochi giorni, il prossimo 8 novembre, gli Stati Uniti sceglieranno il nuovo presidente, uno fra Hillary Clinton e Donald Trump. In un contesto di sostanziale parità a livello nazionale, la vittoria sembra incerta, ma, in realtà, il sistema elettorale americano prevede i cosiddetti grandi elettori.

Si tratta dei 538 delegati ai quali tocca il compito di eleggere il presidente. I grandi elettori rappresentano i vari States secondo un criterio demografico, quindi è possibile che, su base nazionale, un candidato con più voti non riesca comunque ad avere la maggioranza (269 più uno).

L’assegnazione dei grandi elettori avviene in molti stati con un criterio maggioritario secco, quindi si possono conquistare tutti i posti a disposizione tanto con il 99% dei consensi quanto con il 51. Le conseguenze su scala nazionale si sono rese evidenti nel caso dell’elezione di George W. Bush nel 2000: i grandi elettori repubblicani erano in maggioranza sebbene il candidato democratico Al Gore avesse nel complesso raccolto più voti.

La mappa interattiva dei grandi elettori

Per capire qual è la situazione dei grandi elettori alla vigilia del voto dell’8 novembre, si può consultare una mappa interattiva presso il sito http://www.270towin.com. Secondo le attuali proiezioni, ci sarebbero già 258 grandi elettori a favore di Hillary Clinton e soltanto 157 a favore di Donald Trump. Come di recente evidenziato da molti analisti, la vittoria si giocherà negli swing states, gli stati in bilico.

Al momento si tratta di Nevada (6 grandi elettori), Utah (6), Arizona (11), Iowa (6), Nebraska (5), Wisconsin (10), Ohio (18), Maine (4), New Hampshire (4), North Carolina (15), Georgia (16) e Florida (29). Restano quindi ancora da decidere almeno 123 rappresentanti (considerata la reale spartizione in stati dove non vige il maggioritario secco come il Nebraska), più che sufficienti a Hillary Clinton per avere la maggioranza (alla candidata democratica ne basterebbero soltanto 13), non meno che a Donald Trump.

Conquistando tutti gli swing states, il tycoon arriverebbe a 280 grandi elettori e sarebbe il nuovo presidente degli Stati Uniti d’America. A Hillary Clinton, però, per vincere basterebbe rispettare i pronostici e riuscire a conquistare New Hampshire e Wisconsin.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...