Usa: esplosione in fabbrica feritilizzanti, decine di vittime

Esteri

Usa: esplosione in fabbrica feritilizzanti, decine di vittime

Nuova tragedia negli Stati Uniti, dopo le due bombe scoppiate al traguardo della maratona di Boston. Un’esplosione, avvenute all’interno di una fabbrica di fertilizzandi nel Texas, ha provocato decine di vittime e centinaia di feriti ed incendiato numerosi edifici. Una vera e propria strage, quella avvenuta nei pressi di West, cittadina di 2800 abitanti a una trentina di chilometri da Waco, per i quali il bilancio delle vittime è ancora provvisorio. Un inferno di fiamme che ppotrebbe aver causato anche una nube tossica, tanto che nella notte tutti gli abitanti sono stati fatti evacuare.

L’esplosione è stata talmente forte e potente che diverse persone, compreso il sindaco di West, l’hanno paragonata a una bomba atomica. Dopo il terribile botto in cielo si è levata una palla di fuoco seguita da un fungo alto decine di metri. L’esplosione sarebbe stata provocata dal vasto incendio che diversi minuti prima si era sprigionato nella fabbrica.

L’esplosione ha provocato un forte spostamento d’aria che ha letteralmente raso al suolo le case nelle vicinanze ed incendiato quelle un po’ più distanti. Un disastro di enormi proporzioni, peggiore della strage di Oklahome City del 19 aprile 1995 nella quale vennero usate ‘solo’ due tonnellate di fertilizzante. Questa volta invece è esplosa un’intera fabbrica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche