Usa shock: stupro senza orgasmo non è reato COMMENTA  

Usa shock: stupro senza orgasmo non è reato COMMENTA  

L’University of Southern California (Usc) è sotto inchiesta da parte delle autorità federali americane per il modo in cui gestisce i casi di violenza sessuale denunciati all’interno dell’istituto. Alcune studentesse hanno infatti dichiarato di aver denunciato casi di aggressione sessuale respinte con pretesti sempre diversi. Uno, in particolare, desta scalpore. Ari Mostov riferisce di aver subito una violenza sessuale dal suo compagno al Dipartimento di sicurezza pubblica della Usc. Dopo alcuni mesi le rispondono che il presunto stupratore non sarebbe stato perseguito né dall’Università, né dalla polizia, in quanto “non ha avuto un orgasmo”.


Secondo le forze di sicurezza dell’ateneo “da cinque a dieci minuti di penetrazione forzata non rappresentano uno stupro, perché il mio stupratore era troppo ubriaco per raggiungere l’orgasmo”, dichiara la studentessa. Un’altra giovane universitaria, Tucker Reed, ha raccontato di essere stata vittima di una violenza sessuale. Oltre alla denuncia, la ragazza presenta una registrazione audio nella quale il colpevole ammette la sua responsabilità. Ma dopo sei mesi l’ateneo decide di archiviare il caso per insufficienza di prove. Ora molte studentesse stanno venendo fuori con una denuncia pubblica, visti i precedenti.


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*