Vaticano pronto a tagliare stipendi dei preti

Attualità

Vaticano pronto a tagliare stipendi dei preti

UpkPfA5XLjiXopDA84bjk8BcWBH0G6t+fNDxatxkjNI=--

Quanto guadagnano i sacerdoti in Italia? Sul giornale il Messaggero si tratta questo argomento, soffermandosi in particolare sulla vicenda di alcuni preti di Bergamo che hanno deciso di sostenere con loro proventi personali il bilancio dell’istituto di sostentamento. Nel quotidiano si legge poi quali sono gli attuali emolumenti corrisposti ai sacerdoti da parte del Vaticano. Ai parroci che hanno maggiore esperienza viene erogato un importo di circa 1200 euro, mentre ai vescovi l’emolumento si aggira sui tremila euro.

Per quanto riguarda la pensione, erogata dal fondo del Clero istituito all’Inps, si tratta di cifre abbastanza modeste. Chi invece percepisce una lauta pensione è l’arcivescovo appartenente all’Ordinario militare. Al momento di abbandonare l’incarico, all’età di 65 anni, questo arcivescovo viene equiparato, sia nel rango che ai fini pensionistici, ad un generale di corpo d’armata (con relativo vitalizio).

Poi ci sono altri circa quattromila “lavoratori”, ossia cardinali e vescovi capi di dicastero o di consigli pontifici.

La remunerazione di questi oscilla fra i tremila e i quattromila euro, mentre l’importo sale a cinquemila per i cardinali. Sempre sul Messaggero si legge l’intenzione del Vaticano di procedere ai tagli degli stipendi dei sacerdoti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...