×

Blitz della polizia municipale in discoteca: 1700 persone stipate nel locale

Blitz della polizia municipale in discoteca: 1700 persone stipate nel locale dopo che alcune segnalazioni avevano indicato schiamazzi e calca

Blitz della Polizia di Roma Capitale in un locale all'Ostiense

Blitz della Polizia municipale di Roma Capitale in una discoteca del quartiere Ostiense: nel locale c’erano 1700 persone stipate nel locale senza alcun rispetto delle più elementari norme anti Covid, motivo per cui gli agenti hanno proceduto con multa, sigilli al locale e denuncia al titolare

Ostiense, 1700 persone stipate in un locale chiuso dalla Polizia Municipale capitolina

L’operazione è avvenuta nell’ambito dei controlli a tappeto durante la scorsa notte – quella fra il 19 ed il 20 novembre – “da parte della Polizia Locale di Roma Capitale sul territorio urbano, con una vigilanza mirata nel quartiere Ostiense, oggetto di diverse segnalazioni da parte dei cittadini, stanchi di rumori molesti e di atti vandalici. 

Il controllo a sorpresa e “la sorpresa”: 1700 persone stipate nel locale

Ed è stato esattamente nel corso di quelle verifiche che le pattuglie del VIII Gruppo Tintoretto, unitamente al personale del Gruppo Sicurezza Sociale Urbana “sono intervenuti in una discoteca, dove all’interno sono state sorprese più di 1700 persone, numero 3 volte superiore al limite consentito”.

Ma non era solo il numero a costituire una violazione: “Sono state violate diverse norme poste a tutela della pubblica sicurezza e della salute collettiva: dall’inosservanza delle misure per il contenimento del contagio da Covid-19, tra cui il mancato uso dei dispositivi di protezione da parte dei dipendenti e la presenza di calca sia all’interno che all’esterno del locale”. 

Multa e sigilli alla discoteca romana con 1700 persone stipate nel locale

Il tutto fino “agli illeciti rilevati per il mancato rispetto della normativa che impone il divieto di fumo all’interno dei locali e di quella relativa al corretto utilizzo delle uscite di sicurezza”. Per il titolare non è finita bene: sono scattati i sigilli, oltre ad una denuncia e ad un ammontare di sanzioni di oltre 1500 euro. La velina della Polizia Municipale chiosa spiegando che “sono tuttora in corso ulteriori accertamenti su altre presunte irregolarità amministrative”.

Contents.media
Ultima ora