Bollette da incubo: la disavventura di 75enne di Lucca
Bollette da incubo: la disavventura di 75enne di Lucca
Cronaca

Bollette da incubo: la disavventura di 75enne di Lucca

Bollette da incubo
Bollette da incubo: la disavventura di 75enne di Lucca

Bollette da incubo per un 75enne di Lucca: l'Enel gli ha recapitato un pagamento di 1milione e 200 mila€; l'intervento della figlia provvidenziale

Bollette da incubo: protagonista di questa storia – vera – è un 75enne di Lucca che si è visto recapitare a casa una bolletta da 1 milione e 200 mila euro. Una vera e propria giornata da incubo quella vissuta nei giorni scorsi da Pietro Baldassari, il 75enne di Lucca che si è visto recapitare una bolletta da oltre un milione di euro. L’uomo ha raccontato la sua esperienza in un’intervista al quotidiano toscano “Il Tirreno”. “Ho rischiato – ha affermato – di sentirmi male“. L’uomo ha dovuto fare i conti con cifre da capogiro e la paura, oltre che lo stupore, è stata tanta. Il conto salato è arrivato dall’Enel che, fortunatamente, ha ammesso l’errore.

Bollette da incubo: il caso di Lucca

Bollette da incubo per un 75enne toscano che si è trovato nella buca delle lettere una bolletta dell’Enel dalla spaventosa cifra di un milione e 200 mila euro. Un bello spavento per l’anziano che ha raccontato al Tirreno di aver rischiato di sentirsi male.

Se ora il signor Baldassarri, scoperto che si trattava di un errore, ride e scherza al momento dell’apertura della bolletta dell’Enel non era dello stesso umore. Dopo aver visto la cifra il signor Pietro ha dichiarato: “Ho rischiato di sentirmi male“.

L’uomo e la sua famiglia hanno quindi, immediatamente, contattato l’Enel. Dopo le opportune verifiche l’Enel ha provveduto ad avvisare la famiglia Baldassarri che si trattava di uno sbaglio: un errore di calcolo che stava per costare molto caro al signor Baldassarri. La ditta di energia elettrica si è scusata per il disagio arrecato all’uomo toscano e ha comunicato che non è necessario nessun tipo di pagamento.

Il racconto del 75enne a Il Tirreno

Ci scusiamo per il disagio – ha immediatamente comunicato l’Enel, specificando che al 75enne non verranno addebitati costi aggiuntivi di nessun tipo. “Nessun pagamento è dovuto“, hanno affermato dall’Enel. I primi momenti dopo l’apertura della bolletta, però, non sono stati facili per il 75enne di Lucca: l’uomo, infatti, aveva aperto la busta e la cifra che gli si era parata davanti era davvero spaventosa.

All’inizio – ha spiegato nell’intervista a Il Tirreno – ci ho messo un po’ a capire. Il numero si leggeva male, poi quando ho capito quanto era….una cifra da cardiopalma“.

Ad intervenire è stata la figlia Sandra Baldassarri che ha postato la foto della bolletta stratosferica sul suo profilo Facebook. “Avete visto come è bello l’arcobaleno? – ha ironizzato la donna – La luce l’abbiamo fornita noi“. Grazie al suo intervento l’Enel è riuscita a risolvere la situazione e il danno è stato subito rimediato. Il problema era in una telelettura sbagliata: la lettera di scuse dell’Enel è stata immediatamente recapitata e la bolletta da incubo finita tra i brutti ricordi. La ditta di fornitura elettrica ha anche assicurato di seguire tutto l’iter di correzione, per sincerarsi che non siano addebitati costi aggiuntivi al 75enne toscano: di sorprese a tre zeri una basta e avanza.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche