×

Brusaferro: “Da metà giugno Italia potrebbe tornare bianca”

Silvio Brusaferro, portavoce del Cts dichiara che da metà giugno l'Italia potrebbe tornare interamente in zona bianca, ma serve comunque prudenza.

brusaferro italia bianco giugno

Alla luce dei dati sull’andamento del covid e della campagna vaccinale, il portavoce del Comitato tecnico scientifico Silvio Brusaferro dichiara che entro metà giugno l’Italia potrebbe tornare interamente in zona bianca, ma serve ancora prudenza.

Brusaferro: “Metà giugno Italia in zona bianca”

Da metà giugno l’Italia potrebbe tornare interamnete zona bianca“: questo è lo scenario positivo previsto da Silvio Brusaferro, portavoce del Comitato tecnico scientifico.

Uno scenario che indubbiamente volge al bello. Però…la pandemia per definizione è globale e la sicurezza viene raggiunta solo se riguarda tutti, come hanno ribadito i capi di Stato al recente Health Global Summit“. Così dichiara in seguito Brusaferro in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera.

Brusaferro: “Metà giugno Italia in zona bianca, ma occorre prudenza”

Siamo in una fase di transizione. Grazie all’aumento della copertura vaccinale il virus circola meno nonostante l’allentamento delle misure non farmacologiche, come si dice tecnicamente. Insomma le riaperture procedono con esiti incoraggianti e ci sono molti margini per lasciare spazio in futuro ad altre attività economiche. Insisto nel ricordare prudenza e attenzione. Non siamo fuori dalla pandemia”. Questo è il monito che lancia il portavoce del cts, nonostante gli ultimi dati sull’andamento del covid e sulla campagna vaccinale siano molto incoraggianti.

Per quanto concerne la circolazione delle nuove varianti, Brusaferro prende come esempio generale quella inglese: “Ha preso il pieno sopravvento, la variante brasiliana continua a circolare soprattutto nel centro Italia. Le altre, soprattutto indiana e nigeriana, al momento circolano in modo limitato e circoscritto a certe aree. Più che mai è importante monitorare la loro presenza attraverso il sequenziamento per poter bloccare rapidamente eventuali nuovi focolai”.

Italia bianca a metà giugno, Brusaferro: “Ora i giovani si vaccinino”

Per quanto riguarda l‘estate, Brusaferro non ha dubbi che la situazione possa migliorare, ma a una condizione: “L’importante è che si vaccinino i giovani e questo sta per accadere grazie all’arrivo di dosi per gli adolescenti”.

Infine, una piccola chiosa sul tema delle riaperture delle scuole a settembre che non sembra preoccupare Brusaferro: “Non la vedo come una criticità. In autunno il personale si ritroverà vaccinato e pure gli studenti. Anche quando le vaccinazioni erano più limitate e procedevano a rilento, la scuola ha retto e in autunno sarà ancor più preparata”.

Contents.media
Ultima ora