Burian 2 in arrivo? Esperti smentiscono: è una fake news
Burian 2 in arrivo? Esperti smentiscono: è una fake news
Meteo

Burian 2 in arrivo? Esperti smentiscono: è una fake news

burian

Nessun secondo atto del Burian in arrivo. Le previsioni sarebbero troppo azzardate e la situazione non è ancora certa

Da circa una settimana girano su internet notizie e previsioni su un ritorno del Burian. Si è addirittura parlato di una Pasqua innevata. Tuttavia si tratta di notizie senza fondamenta sufficientemente solide. Infatti, sono state fatte a circa 15-20 giorni da momento in questione. Troppo tempo per affermare con una certa autorevolezza se a Pasqua splenderà il Sole, saremo in primavera oppure saremo sommersi dalla neve. Previsioni che parlano di un secondo Burian, lo fanno soprattutto per attirare facili click.

Burian 2 fake news

Non si può dire oggi, e ben che meno da una settimana a questa parte, se ci sarà una seconda venuta del Burian. Questo nonostante in più siti sia stato affermato proprio questo. Si tratta però di previsioni non accurate, che a 15-20 giorni dal momento preso in esame non potrebbero essere altrimenti. Si era parlato di una Pasqua da passare sotto il gelo e la neve.

Non si può dirlo adesso con così tanta certezza. Titoli di questo tipo sono assolutamente click baiting. A Pasqua potrebbe anche esserci il Sole e la primavera.
I meteorologi professionisti, e che tengono alla giusta informazione, non azzarderebbero a diffondere queste news a dir poco catastrofiche. Il tutto facendo leca sulla curiosità e soprattutto la fiducia degli utenti. La meteorologia non è una gara a chi annuncia previsioni più estreme, sensazionalistiche ed eccezionalei. Chi lo fa, non offre un giusto servizio. Purtroppo, in rete questa è una pratica alquanto diffusa. Ultimamente, infatti ci sono state alcune fake news invernali, che parlavano di festività segnate negativamente dalle cosiddette ‘bombe d’acqua’ o da bufere di neve alquanto improbabili. Tutte queste notizie sensazionali sono state smentite dai fatti.

Previsioni

Secondo i dati più recenti ed affidabili, la situazione meteo della settimana che ci attende presenta ancora un certo margine di incertezza. almeno per quanto concerne il nostro Paese.

Sappiamo con certezza che nella giornata di domani ci sarà una massa di aria gelida artica che inizierà a diffondersi sull’Europa del nord-est. I primi paesi colpiti saranno quelli scandinavi. Nel week end sarà raggiunto il centro del continente.
Il nucleo maggiormente freddo, perciò, resterà isolato a nord delle Alpi. Invece, la parte marginale e meno fredda di questa massa di aria avrà la tendenza ad infiltrarsi verso le nostre regioni settentrionali già ad iniziare dalla giornata di domenica.

Nelle giornate seguenti, e con ogni probabilità per tutta la prossima settimana, l’aria fredda avrà la tendenza a diffondersi anche al resto della penisola. Registreremo, soprattutto, un calo anche sensibile delle temperature rispetto alla situazione odierna. Tuttavia, non vi saranno le condizioni di gelo che hanno caratterizzato la parte finale del mese di febbraio. Possiamo quindi affermare che vi sarà un colpo di coda dell’inverno. Ma non vi saranno affatto gli scenari da Era Glaciale di cui si è parlato.

Avranno comunque luogo delle nevicate, che interesseranno soprattutto le zone montuose e, solo localmente, potranno sconfinare sulle zone pianeggianti al nord d’Italia. Ma si escludono assolutamente situazioni critiche.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche