×

Checco Zalone: dove vive e quanto guadagna

Checco Zalone sarà il protagonista di una nuova pellicola che potremo vedere solo nel 2018, ecco alcune curiosità sull'attore pugliese.

Checco Zalone è il popolare comico pugliese, nato a Bari il 3 Giugno 1977 e divenuto famoso per le sue partecipazioni a Zelig e per i film che hanno fatto registrare incassi record. L’attore pugliese vive a Bari Vecchia nel cuore del capoluogo pugliese in un appartamento davvero hi-tech con vista sul mare. Negli ultimi anni è stato l’asso pigliatutto del cinema italiano con i suoi film divertenti che hanno messo a nudo vizi e virtù dell’uomo medio italiano, che spera sempre nel posto fisso in un’epoca contrassegnata dalla penuria di lavoro e dalla precarietà.

Checco Zalone: quanto guadagna

Il suo ultimo film, ‘Quo Vado’ ha incassato oltre 60 milioni di euro, superando nella speciale classifica capolavori del cinema come Avatar e Titanic.

E intanto cresce l’attesa, tra i suoi ammiratori, per il prossimo film che dovrebbe arrivare nelle sale cinematografiche italiane ad inizio 2018. Intanto l’artista pugliese oltre a godersi il successo, ha festeggiato da poco i 40 anni e non poteva esserci miglior modo per farlo, che iniziare le riprese del suo nuovo film il cui titolo è ancora top secret. Riguardo i compensi dei suoi film, singolare e divertente fu il suo commento: “Un film ogni due anni, il 60% se ne va in tasse. Alla fine dei conti prenderò quanto un discreto calciatore di serie A. Anzi no, quanto uno scarso”.

Checco Zalone salì alla ribalta dello spettacolo italiano con il brano ‘Siamo una squadra fortissimi’, uscita dopo il successo della nazionale di Lippi ai mondiali del 2016, ma soprattutto dopo i fatti di Calciopoli che misero in luce tutte le storture del sistema calcio italiano.

Nel 2009 il suo primo film “Cado dalle nubi”, che riscosse un discreto successo al botteghino, ma il suo primo vero successo cinematografico è “Ma che bella giornata” nel 2011 che lo proiettò tra i Re Mida del grande schermo made in Italy. Nel 2013, il film “Sole a catinelle” farà registrare incassi che superarono i 50 milioni di euro, dietro solo ad Avatar per cifre incassate, ma ben oltre gli incassi italiani del film Titanic, vincendo anche il premio di ‘Biglietto d’oro’ come film più visto del 2013.

Nel giorno del capodanno 2016 infine, esce il film ‘Quo vado’ che batterà ogni record d’incassi italiani, arrivando già oltre 37 milioni di euro solo nella prima settimana, scavalcando Star Wars, e 7 milioni di euro nelle sole prime 24 ore.

Oltre ad essere un attore comico divertentissimo, Zalone è anche un cabarettista e musicista. Sono state molto apprezzate le sue caricature di Nichi Vendola e Roberto Saviano. Checco Zalone è solo un nome d’arte che deriva dalla frase ‘che cozzalone’ che in barese è l’equivalente all’espressione ‘tamarro’.

L’attore barese ha due fratelli: uno lo ha aiutato nella produzione dei primi due film mentre l’altro di mestiere fa lo steward per Ryanair. La madre, Tonia, era impiegata a scuola mentre Sandro, il padre, era un rappresentante di farmaci. Anche Checco, in gioventù, faceva il rappresentante dell’Amuchina come spesso ricorda nei suoi spettacoli. Si è laureato in Giurisprudenza all’Università Aldo Moro di Bari. Mentre studiava per diventare un avvocato, giunse l’opportunità di Zelig dove è riuscito a mettere in evidenza le proprie innate capacità comiche che hanno divertito gli italiani fino a farlo diventare una delle stelle più ambite del cinema italiano.

Checco Zalone al cinema

In pochissimi usciti da Zelig hanno avuto un successo simile sul maxi schermo. Checco Zalone si è dimostrato un comico che ha saputo coniugare comicità e senso critico, forse è proprio questa la chiave del suo successo. Ecco l’elenco dei suoi film:

Il suo film più recente, “Quo vado?”, campione d’incassi è già diventato un classico nel panorama comico italiano.

“Sole a catinelle” uscito nel 2013 vede Checco come un uomo intento a rifarsi una vita, in che modo? Vendendo aspirapolveri. Riuscirà nel suo intento?

Immaginarsi Checco come addetto alla sicurezza dell’arcivescovo di Milano è difficilissimo ma non impossibile. In “Che bella giornata” amore, terrorismo e umorismo si mischiano in un connubio perfetto.

La prima fatica al cinema per il comico italiano, “Cado dalle nubi”. Quasi una storia autobiografica, dal 2009 una garanzia in fatto di risate e intrattenimento per tutta la famiglia.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche