> > Colata di detriti a Casamicciola, si teme per l'ecosistema marino

Colata di detriti a Casamicciola, si teme per l'ecosistema marino

La Posidonia marina è a rischio

Colata di detriti a Casamicciola, si teme per l'ecosistema marino, la ricercatrice: "Molto dipende dal tempo per cui  il materiale resterà in sospensione "

Colata di detriti a Casamicciola, si teme per l’ecosistema marino, con la frana che potrebbe aver avuto anche effetti oltre il margine della terraferma dove ha portato morte e distruzione.

Il dato è che dopo l’alluvione di Ischia sussistono problemi, di certo secondari rispetto alla tragedia umana ma comunque gravi.

Casamicciola, si teme per l’ecosistema marino

Problemi di ecostistema che potrebbe aver subito gli effetti peggiori. L’allarme arriva dall’Ischia Marine Center. Come spiega Meteo si tratta di un laboratorio di biologia marina che è “emanazione della stazione Anton Dohrn di Napoli”. Cosa potrebbe essere accaduto? Che quelle tonnellate di fango e detriti finite in mare potrebbero aver fatto danni seri.

La ricercatrice Maria Cristina Buia lo ha spiegato meglio: “Temiamo soprattutto conseguenze sulla posidonia oceanica, fondamentale per l’habitat sommerso”.

A rischio le praterie di Posidonia

“Nelle acque di Casamicciola esiste una prateria di questa pianta, protetta dalle legislazioni nazionale ed europea, e il trauma subito dal mare crea preoccupazioni per il suo futuro”. Non ci sono al momento dati sufficienti per una stima obiettiva, ma molto dipende dal tempo per cui il materiale resterà in sospensione impedendo alla luce di raggiungere i fondali.

“Dipenderà molto dalle correnti, continueremo a tenere sotto controllo la situazione. Il rischio è perdere importanti distese di posidonia, pianta che rappresenta un habitat prioritario per l’ecosistema, con una reazione a catena su flora e fauna sommerse che potrebbe incidere anche sul pescato”.