> > Condono edilizio: cos'è, come funziona e perché se ne parla dopo i fatti di...

Condono edilizio: cos'è, come funziona e perché se ne parla dopo i fatti di Ischia

Cos'è il condono edilizio

Condono edilizio: cos'è, come funziona e perché se ne parla dopo i fatti di Ischia che hanno riportato in auge una delle questioni più delicate del paese

Condono edilizio: cos’è, come funziona e perché se ne parla dopo i fatti di Ischia.

Il dato è che in Italia, come sempre a tragedia già avvenuta, torna a tenere banco la delicata questione dei provvedimenti legislativi che sanano gli abusi in materia. In che modo? A Casamicciola di Ischia il maltempo ha provocato un disastro annunciato che ha fatto finora 8 morti e 4 dispersi, nell’isola l’abusivismo edilizio è una costante massiva e i partiti in queste ore si stanno accusando di aver “fomentato” il famigerato “condono” che avrebbe in un certo senso incentivato tragedia e strage.

Condono edilizio: cos’è, come funziona

Ma cos’è il condono? Prima di capire come lo stato sana i reati dobbiamo capire il reato. La legge 47 del 1985 e successive modificazioni in Testo Unico stabilisce una cosa essenziale: in Italia costruire senza autorizzazioni e/o in zone dove le medesime servono a garantire sicurezza è illegale. La norma è molto complessa, come ha stabilito anche una recente sentenza della Cassazione. “Un intervento edilizio iniziato senza le prescritte autorizzazioni amministrative è un abuso edilizio ed è sanzionabile anche penalmente”. 

Una legge in realtà molto complessa 

“In alcuni casi, il problema non è solo quello di individuare quale tipo di autorizzazione richiedere, ma anche comprendere se è necessaria un’autorizzazione“. Dato storico: in Italia, da sempre, la tendenza a costruire senza autorizzazioni in spregio della norma o sperando che chi deve farla rispettare non la applichi è massiccia. Ecco che arriva quindi il condono. Che significa? Che in Italia, proprio perché gli abusi sono talmente tanti che abbattere tutte le strutture che  ne sono frutto significherebbe radere al suolo un terzo del paese, ogni tanto si “condona”

Italia patria di abusi edilizi: la soluzione

Si tratta di una resa dello Stato: in punto di Diritto il condono è “uno specifico provvedimento emanato dal governo oppure dal legislatore”. Attenzione, il condono è da sempre anche un ottimo volano elettorale: per mezzo di esso “i cittadini che vi aderiscono possono ottenere l’annullamento (che può essere parziale o totale) di una sanzione o di una pena”. Ci sono diverse tipologie accomunate da un dato: ci si autodenuncia e le cose “vengono messe a posto” perché con essa il fatto resta e non si abbatte, si paga un tot, lo Stato fa cassa e tutti felici, fino a quanto poi la natura non ci ricorda che le regole esistono per evitare morti e disastri come quello ad Ischia.

In Italia, in passato, ci sono stati ben 3 grandi condoni edilizi.