×

Covid, Aifa dà il via libera a tre farmaci per la cura dei pazienti ospedalizzati

Aifa ha dato il benestare per la somministrazione di tre farmaci per il trattamento del covid-19 su pazienti ospedalizzati.

Aifa via libera farmaci

Ci sono sviluppi sul fronte del trattamento del covid-19. Aifa ha dato il via libera per la somministrazione di altri tre farmaci che verranno impiegati per la cura di pazienti ospedalizzati. Dopo il Tocilizumab, sono stati resi disponibili all’utilizzo anche il Baricitinib, Sarilumab e l’antinfiammatorio Anakinra.

A darne notizia l’ente regolatorio nazionale che, in un comunicato, ha fatto sapere che questi farmaci si andranno appunto ad aggiungere al Tocilizumab, già ampiamente utilizzato nella cura del covid-19. 

Aifa via libera farmaci, il provvedimento sarà efficace dopo la pubblicazione in Gazzetta

Il benestare di AIFA, è arrivato dopo una serie di responsi favorevoli da parte del CTS, uno su tutti l’apertura ad una maggiore capienza di stadi ed impianti sportivi.

Ora l’introduzione di ulteriori farmaci per il trattamento del covid-19 seppure a livello ospedaliero, va a costituire un ulteriore passo in avanti che si aggiunge all’avanzare della campagna vaccinale e all’introduzione della terza dose. 

I tre farmaci vale a dire anakinra, baricitinib e sarilumab – informa l’ente regolatorio nazionale – saranno inseriti nell’elenco della Legge 648/96 che, nella fattispecie, ne assicura la copertura da parte del Servizio Sanitario Nazionale.

Contestualmente è stato segnalato che questo provvedimento avrà validità una volta che verrà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale. 

Aifa via libera farmaci, in che modalità verranno somministrati 

L’Agenzia Europea del Farmaco, prosegue nella nota, ha precisato che la decisione è stata presa a partire dalle  “evidenze di letteratura recentemente pubblicate”, che vanno quindi ad allargare “il numero di opzioni terapeutiche e nello stesso tempo consente di evitare che l’eventuale carenza di tocilizumab o di uno di questi tre farmaci possa avere un impatto negativo sulle possibilità di cura”.

A tale proposito ha spiegato che “I tre farmaci, pur avendo proprie specificità, si aggiungono al tocilizumab nel trattamento di soggetti ospedalizzati con COVID-19 con polmonite ingravescente sottoposti a vari livelli di supporto con ossigenoterapia”.

Aifa via libera farmaci, prevista carenza di Tocilizumab 

Nel frattempo l’Agenzia Italiana del farmaco, in una recente nota, ha precisato che è prevista una carenza di fornitura del farmaco tocilizumab. È stato quindi precisato che “a partire dal giorno 16/09/2021.

Il rifornimento è previsto entro il 21 dicembre”. 

Contents.media
Ultima ora