×

Covid, Comiso e Vittoria in zona arancione fino al 6 settembre: l’ordinanza di Musumeci

Nei comuni di Comiso e Vittoria sarà in vigore la zona arancione dal 28 agosto al 6 settembre: l'ordinanza del Presidente Musumeci.

Comiso e Vittoria in zona arancione 

Il governatore della Sicilia Nello Musumeci ha firmato un’ordinanza con cui istituisce la zona arancione in due comuni in provincia di Ragusa, vale a dire Comiso e Vittoria. Tutto il resto della regione si appresta a diventare zona gialla a partire da lunedì 30 agosto. 

Comiso e Vittoria in zona arancione 

Il provvedimento, resosi necessario per contenere i contagi e l’insorgere di alcuni foocolai legati alla variante Delta, sarà valido da sabato 28 agosto fino a lunedì 6 settembre compreso. Salgono quindi a quattro i comuni siciliani interessati dalla zona arancione: oltre a Comiso e Vittoria vi sono anche Niscemi, in provincia di Caltanissetta, e Barrafranca, in provincia di Enna. 

Comiso e Vittoria in zona arancione: l’ordinanza per gli altri comuni

Per tutti gli altri 51 comuni inseriti nell’ordinanza dello scorso 22 agosto (e anche per i quattro arancioni), dal 24 agosto al 6 settembre compreso continua ad essere previsto l‘uso obbligatorio delle mascherine in tutti i luoghi al chiuso e in quelli all’aperto ove siano presenti più soggetti e il divieto di assembramento nelle aree pubbliche.  Per i banchetti e gli eventi privati resta l’obbligo per gli operatori e per i partecipanti di avere effettuato il tampone nelle 48 ore antecedenti. 

I paesi interessati dalle suddette misure sono: 

  • nell’Agrigentino: Licata, Porto Empedocle, Racalmuto, Ravanusa;
  • nel Nisseno: Butera, Gela, Mazzarino, Riesi; 
  • nel Catanese: Aci Castello, Castel di Iudica, Fiumefreddo di Sicilia, Grammichele, Gravina di Catania, Mascalucia, Mazzarrone, Motta Sant’Anastasia, Palagonia, Ramacca, San Cono, San Michele di Ganzaria, San Pietro Clarenza, Valverde, Viagrande;
  • nell’Ennese: Piazza Armerina, Pietraperzia;
  • nel Messinese: Pace del Mela, Rodì Milici, San Filippo del Mela, Santa Lucia del Mela, Villafranca Tirrena;
  • nel Palermitano: Capaci, Cinisi, Terrasini;
  • nel Ragusano: Acate, Chiaramonte Gulfi, Ispica; 
  • nel Siracusano: Augusta, Avola, Carlentini, Francofonte, Lentini, Noto, Pachino, Priolo Gargallo, Rosolini, Solarino;
  • nel Trapanese: Campobello di Mazara, Castellammare del Golfo, Castelvetrano, Custonaci, Pantelleria. 
Contents.media
Ultima ora