Treviso, 17enne prova eroina gialla: malore in strada
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Treviso, 17enne prova eroina gialla: malore in strada
Cronaca

Treviso, 17enne prova eroina gialla: malore in strada

incidente pulmino

A Treviso una ragazza di 17 anni è stata soccorsa dopo aver assunto l'eroina gialla. Tra Udine e Mestre questa droga avrebbe causato già 20 decessi.

Una ragazza di appena 17 anni sarebbe viva per miracolo dopo aver assunto l’eroina gialla. La giovane si è sentita male mentre camminava in strada a Treviso. Ad evitare la tragedia i passanti, che hanno allertato subito l’ambulanza.

Allarme eroina gialla

Dopo il primo morto accertato in Italia da eroina sintetica, scatta l’allarme per la cosiddetta eroina gialla. Stando alle prime informazioni riportate da alcuni giornali di Caltagirone Editore, a Treviso una ragazza di 17 anni avrebbe accusato un malore mentre attraversava la strada. Sembra che la giovanissima sia stata vista barcollare mentre camminava quando, improvvisamente, le sue gambe avrebbero ceduto e la ragazza è caduta rovinosamente a terra.

Per fortuna ad assistere alla scena diversi passanti, che hanno allertato subito il 118. All’arrivo dei soccorsi la 17enne è stata quindi rianimata e attualmente starebbe bene. In base a quanto ricostruito, la ragazza avrebbe assunto poco prima l’eroina gialla, la stessa che avrebbe ucciso già una ventina di giovani tra Udine e Mestre.

Proprio nei giorni scorsi gli agenti della squadra mobile di Venezia sono riusciti ad individuare un 28enne nigeriano che farebbe parte della banda dell’eroina gialla che ha provocato almeno undici morti in Friuli, a Tavagnacco.

E’ il 36esimo uomo a finire in manette dopo il blitz del 10 luglio scorso in via Monte San Michele, a Mestre. All’appello mancano però ancora alcuni componenti della banda, tra cui il capo soprannominato “Ken” che potrebbe aver trovato rifugio all’estero.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche