×

Immigrato denuncia razzismo in un ospedale: infermiera “Devi morire”

La denuncia su Facebook di Souleymane Rachidi, ventenne della Costa d'Avorio: "Io sto male, sono in ospedale e un infermiera mi dice che devo morire".

Salerno, la denuncia di un inmmigrato in ospedale: insulti razzisti da un'infermiera
Souleymane Rachidi

Con un video pubblicato su Facebook Souleymane Rachidi ha denunciato gli insulti razzisti ricevuti da un’infermiera mentre si trovava in ospedale. Souleymane Rachidi, ventenne originario della Costa d’Avorio e residente nella Valle D’Irno in provincia di Salerno, si è sentito male nella notte tra venerdì 23 e sabato 24 febbraio.

Il giovane contattato il 118 perché avvertiva un forte dolore al petto. I paramedici lo hanno portato presso il Pronto Soccorso dell’ospedale Curteri di Mercato San Severino, sempre in provincia di Salerno. Sdraiato su una barella dell’ospedale ha denunciato: “Arrivato al Pronto Soccorso, una donna del personale ospedaliero, immagino un’infermiera, mi ha iniziato a rivolgere insulti, dicendo che sarei dovuto tornare al mio Paese ed augurandomi più volte di morire“.

?9GcjsGCKkF5ksgNjCGUHVLGlYMCijMCiMMCitM9MRK4icKQgXKdi2L7jBKlkwJaM7mnIhJ3j3LoI2igJphJH4g3hVidKoHBJuj3j3Loi4lwg5LIkemniCjhg5gYkdHVi5k5JFj4j7lbLdIzlLM0eM3Px0e952yR1

La denuncia di Souleymane: insulti razzisti da un’infermiera

Questa è l’Italia? Dove la vita umana non ha nessun valore, in un ospedale pubblico dove ti dicono devi andare al paese tuo, devi morire perché sei nero? Dopo questo episodio ho deciso di non curami più e sono andato via da questo ospedale.

Io sono fiero della mia razza e sono fiero di colore della mia pelle. Andate a dire a Salvini che sono ancora vivo” ha scritto su Facebook Souleymane Rachidi, come riporta Salernotoday.

Nel video allegato, insieme alle parole indignate del giovane si sente in sottofondo la voce di una donna che continua a ripetere “Devi morire“. Per essere curato il giovane ha chiesto aiuto al suo datore di lavoro, che lo ha portato all’ospedale Ruggi di Salerno.

Il giovane è affetto da un broblema ai bronchi, per il quale dovrà essere sottoposto a cure.

L’indignazione

Come riporta Repubblica, il consigliere regionale dei Verdi Francesco Borrelli ha dichiarato: “Avvierò una serie di verifiche in primo luogo per sapere se il ragazzo ha sporto regolare denuncia sull’accaduto o se deve essere aiutato a farlo e se sarà confermato l’inaccettabile comportamento chiederò la sospensione dei responsabili“.

L’azienda ospedaliera in cui si è verificato l’episodio ha fatto sapere che “Abbiamo subito avviato tutte le verifiche per appurare cosa è accaduto, ma qualunque sarà l’esito è importante tener presente che nel settore sanitario è fondamentale ancor di più il rispetto della dignità e dei valori della persona umana“.

Contents.media
Ultima ora