Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Bambina di tre anni azzannata da un rottweiler: denunciato il padrone
Cronaca

Bambina di tre anni azzannata da un rottweiler: denunciato il padrone

rottweiler
rottweiler

In provincia di Caserta una bambina di tre anni è stata azzannata da un rottweiler. Pochi giorni prima era toccato a una donna di 85 anni

Nel casertano una bambina di tre anni è stata aggredita alla testa da un cane che era libero e senza guinzaglio. Le sue condizioni sono gravi e la piccola è stata portata subito all’ospedale di Caserta. I genitori preoccupati hanno rilasciato una denuncia ai carabinieri. Pochi giorni prima, invece, una donna di 85 anni aveva subito l’amputazione di un braccio dopo l’aggressione di due pitbull.

L’aggressione alla piccola

A San Nicola La Strada, in provincia di Caserta, una bambina di 3 anni è stata azzannata alla testa da un rottweiler che viaggiava libero e senza guinzaglio. Il cane si trovava in un cortile privato di un’abitazione situata vicino alla piazza della Parrocchia. Improvvisamente e senza un motivo preciso il rottweiler avrebbe aggredito la piccola causandole una profonda ferita alla testa: la bimba ha iniziato a perdere molto sangue. I soccorsi l’hanno portata d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta.

I genitori della bimba, spaventati dalla ferita inferta dal cane, non hanno esitato a sporgere denuncia ai carabinieri.

Altri episodi simili

Soltanto pochi giorni prima dell’aggressione alla bimba, una donna di 85 anni era stata aggredita da 2 pitbull a Mondragone. In quel caso, però, i cani appartenevano alla nipote 18enne della donna: dopo l’aggressione, però, sono stati affidati all’Asl competente. L’anziana aveva riportato ferite al collo, alle braccia e alla testa e la situazione era drammatica. Per intervenire in sua difesa erano rimaste ferite anche altre tre persone. I medici dell’ospedale Pineta Grande, che avevano soccorso l’anziana, furono costretti ad amputarle un braccio a causa dei profondi morsi lasciati dai pitbull. Le altre persone coinvolte, invece, avevano presentato solo lievi escoriazioni.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Laura Pellegrini
Laura Pellegrini 366 Articoli
Classe '98, cresciuta condividendo il sogno del padre. Veronese di origini, ma milanese acquisita. Da sempre curiosa e attenta ai fatti di attualità, spera di costruirsi (in futuro) un nome nel giornalismo politico. L'ambizione è quella di lavorare nelle istituzioni europee, ma per ora prosegue gli studi di Comunicazione e Società all'Università di Milano.