Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Gemelli Trushi in tribunale: sono accusati di furti in tutta Italia
Cronaca

Gemelli Trushi in tribunale: sono accusati di furti in tutta Italia

gemelli grimaldelli

Edmond ed Eduard Trushi, gemelli originari dell'Albania, sono sotto processo a Rovigo: hanno compiuto furti in tutta Italia.

Sono stati arrestati e processati a Rovigo i gemelli, Edmond ed Eduard Trushi, 33 anni. Secondo quanto è riferito dal quotidiano Il Gazzettino, i fratelli albanesi sarebbero accusati di aver effettuato centinaia di furti. Il 21 maggio 2019 è stato aperto il processo che li vede come protagonisti.

I gemelli a processo

Su Edmond ed Eduard Trushi, i gemelli originari dell’Albania, è caduta una pesante accusa. Nel processo che si è aperto il 21 maggio sono considerati colpevoli di 16 furti. Tra essi, ci sono alcuni che sono andati a buon fine e altro, che sono rimasti tentativi. Si tratta solo di una piccola parte delle razzie compiute dalla coppia, ovvero quelli realizzati nella regione di Polesine in meno di due settimane, nell’estate del 2015. La coppia di ladri è finita in tribunale a Rovigo. Il 20 giugno nella cittadina di Stienta in Veneto Edmond è stato accusato fi aver tentato di effettuare un’estorsione. Il furto si era rivelato un fallimento perché il padrone dell’abitazione si era accorto della presenza di estranei in casa sua.

Edmond sarebbe però riuscito a portare via una borsa e un marsupio: all’interno c’erano 2.600 euro in contanti. Nella stessa sera di giugno a Calto il suo gemello e complice si occupava di un altro furto, non riuscito a causa dell’abbaiare del cane del padrone di casa. Gli sono stati addebitati altri due furti. Il primo è riuscito dopo essere entrato con un buco sull’infisso di una finestra: gli ha fruttato 500 euro. Per il secondo ha utilizzato lo stesso modus operandi ma ha avuto un bottino di soli 80 euro.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche