Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Tar, via libera ai cani in spiaggia: i Comuni non possono vietarlo
Cronaca

Tar, via libera ai cani in spiaggia: i Comuni non possono vietarlo

cane in spiaggia
cane in spiaggia

Gli amici a quattro zampe potranno accedere alle spiagge italiane grazie alla sentenza emessa da Tribunale amministrativo del Lazio.

Il Tribunale amministrativo regionale del Lazio, con la sentenza numero 176 dell’11 marzo scorso, ha ritenuto illegittimo il divieto di ingresso ai cani in spiaggia. L’argomento era arrivato in aula a seguito di un ordinanza del comune di Latina che vietava agli amici a quattro zampe l’ingresso ai lidi nonostante guinzagli e museruole. Il divieto assoluto era esteso all’intera stagione balneare. Grazie a questa sentenza, però, i provvedimenti emessi saranno da ritenersi illegittimi. Ad annunciarlo, infatti, è Ilaria Innocenti della Lega antivivisezione.

La sentenza del Tar

“La scelta di vietare l’ingresso agli animali sulle spiagge destinate alla libera balneazione è irragionevole e illogica. Anche alla luce delle viste indicazioni regionali che attribuiscono ai Comuni il potere di individuare, in sede di predisposizione del Piano di utilizzo degli arenili, tratti di spiaggia da destinare all’accoglienza dei cani”. Questo è quanto emesso con la sentenza dello scorso marzo, grazie anche al contributo di Ilaria Innocenti.

Il Tar ha anche ricordato che il divieto di accesso assoluto “incide anche sulla libertà dei proprietari dei cani” creando disuguaglianze nel caso di istituzione di apposite aree di accesso a pagamento.

La magistratura

Inoltre, la Magistratura ha precisato, riprendendo la sentenza del Tar della Calabria, che “l’amministrazione avrebbe dovuto valutare la possibilità di perseguire le finalità pubbliche del decoro, dell’igiene e della sicurezza mediante regole alternative al divieto assoluto di frequentazione delle spiagge. Ad esempio valutando se limitare l’accesso in determinati orari, o individuare aree adibite anche all’accesso degli animali, con l’individuazione delle aree viceversa interdette al loro accesso”.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Laura Pellegrini
Laura Pellegrini 612 Articoli
Classe '98, cresciuta condividendo il sogno del padre. Veronese di origini, ma milanese acquisita. Da sempre curiosa e attenta ai fatti di attualità, spera di costruirsi (in futuro) un nome nel giornalismo politico. L'ambizione è quella di lavorare nelle istituzioni europee, ma per ora prosegue gli studi di Comunicazione e Società all'Università di Milano.