Maxi yacht distrugge barca schiantandosi sulla banchina
Cronaca

Maxi yacht distrugge barca schiantandosi sulla banchina

maxi yacht distrugge barca
maxi yacht distrugge barca

A Santa Maria di Leuca, marina di Castrignano del Capo in provincia di Lecce, un maxi yacht si è schiantato sulla banchina distruggendo una barca

Spaventoso incidente a Santa Maria di Leuca, marina di Castrignano del Capo in provincia di Lecce. Maxi yacht distrugge barca dopo aver impattato contro la banchina. Fortunatamente non si registrerebbero feriti.

Maxi yacht distrugge barca

Al porto turistico di Santa Maria di Leuca un maxi yacht di 40 metri si è schiantato contro la banchina nel pomeriggio di martedì 23 luglio 2019. Dall’impatto lo yacht ha distrutto una barca a vela, ormeggiata al terzo braccio. Secondo le informazioni rese note dall’Ansa, l’imbarcazione era in attesa di essere demolita. E’ proprio da quella barca a vela che mesi fa erano sopraggiunti alcuni migranti.

Numerosi diportisti hanno assistito all’accaduto, che ha generato diffuso panico e tanto spavento tra i testimoni che si trovavano in quella zona. Il grande yacht batteva bandiera portoghese. Nel momento dello schianto contro la banchina, la barca stava facendo la manovra di attracco a una delle banchine. A bordo un gruppo di turisti stranieri.

Sul posto sono prontamente intervenuti gli uomini della Guardia Costiera di Leuca.

Alle autorità locali, infatti, sono state affidate le indagini sull’incidente. Si sta ancora lavorando per la verifica dei fatti e per ricostruire l’accaduto. Stando alle prime informazioni comunicate dall’Ansa, l’imbarcazione battente bandiera portoghese sembra abbia subito un guasto improvviso al sistema elettrico, che ha impedito il normale controllo del mezzo, rendendo la barca ingovernabile. Ancora da accertare l’esatta dinamica, ma al momento non si registra alcun ferito.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Asia Angaroni
Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.