×

Incidente a Venezia, scafo contro diga: tre morti e un ferito

Grave incidente in serata a Venezia, uno scafo offshore è andato a schiantarsi contro la diga di San Nicoletto. Tre morti accertati, un ferito

incidente venezia

Drammatico incidente nautico a Venezia. E’ accaduto nella serata del 17 settembre e, secondo quanto trapelato dai vigili del fuoco, vi sarebbero almeno tre vittime ed un ferito dopo che uno scafo offshore è andato ad impattare contro la diga di San Nicoletto, in località Lunata. Uno schianto tremendo che non ha lasciato scampo a tre delle persone che si trovavano a bordo mentre della quarta non sono al momento note le condizioni. Il natante, seriamente danneggiato, è stato raggiunto dai vigili del fuoco e dai mezzi della Capitaneria di Porto; presenti anche i soccorritori per le operazioni di trasporto delle vittime e dei feriti. Resta da chiarire l’esatta dinamica del tragico incidente. Tra le vittime c’è il noto progettista e pilota Fabio Buzzi.

Barca contro diga a Venezia, 3 morti

Stando a quanto riferito dai vigili del fuoco l’incidente sarebbe avvenuto intorno alle 21 fuori dalla bocca di porto, tra Punta Sabbioni e il Lido.

Al momento sono presenti tre imbarcazioni dei vigili del fuoco oltre al nucleo sommozzatori oltre al natante della Capitaneria di Porto. Dalle prime immagini diffuse dai soccorritori ci si può rendere conto della gravità dell’incidente: la barca appare semi affondata e gravemente danneggiata. I corpi delle prime due persone decedute sono stati recuperati pochi minuti dopo mentre la terza persona risultava inizialmente dispersa ed in seguito è stata individuata, senza vita. Le operazioni sono rese difficoltose dal buio fitto: la diga in questione è la “lunata”, realizzata con grossi massi posizionati sul fondale allo scopo di proteggere le opere del Mose.

Incidente, morto il pilota Fabio Buzzi

Secondo quanto riportato dall’Ansa, che ha contattato il campione del mondo di motonautica e presidente della commissione nazionale offshore e endurance Giampaolo Montevoci, una delle vittime sarebbe Fabio Buzzi, progettista e pilota detentore di diversi record nell’offshore.

Sarebbero invece due piloti inglesi le altre vittime: la loro identità non è al momento nota. Il ferito è Mario Invernizzi, un altro pilota italiano. L’imbarcazione incidentata può raggiungere, grazie ai suoi motori, i 70 nodi ed è lunga una ventina di metri. Era partita nella mattinata del 16 settembre da Montecarlo, impegnata nel tentativo di battere il record della traversata: il drammatico incidente è avvenuto quando ormai era prossima al traguardo.

Nato a Milano, classe 1983 è laureato in Comunicazione Digitale. Collabora con Notizie.it di cui, dal 2018, è direttore responsabile e ha scritto per Il Giorno, NewNotizie e Daily Word Italia.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Daniele Orlandi

Nato a Milano, classe 1983 è laureato in Comunicazione Digitale. Collabora con Notizie.it di cui, dal 2018, è direttore responsabile e ha scritto per Il Giorno, NewNotizie e Daily Word Italia.

Caricamento...

Leggi anche