×

Gentiloni: “Applicare Patto di stabilità usando piena flessibilità”

Paolo Gentiloni, futuro commissario europeo agli Affari economici, ha descritto la sua visione sul mandato

Paolo Gentiloni

Il futuro commissario europeo agli Affari economici, Paolo Gentiloni, ha descritto per la prima volta la sua visione in merito al mandato che gli è stato assegnato dalla presidente Ursula von der Leyen, e che dovrà essere confermato dal Parlamento europeo nel corso dell’audizione del prossimo 3 ottobre 2019.

Le parole di Paolo Gentiloni

In risposta agli eurodeputati, prima della nomina ufficiale in qualità di commissario agli Affari economici e monetari, Paolo Gentiloni ha scritto: “Cercherò di far applicare alla Commissione il Patto di stabilità e crescita facendo pieno uso della flessibilità consentita dalle regole“. Questo, assieme ai tassi bassi “ci aiuterà ad avere un orientamento di politica monetaria più amico della crescita, salvaguardando allo stesso tempo la responsabilità”.

Secondo Paolo Gentiloni, inoltre, “investimenti e riforme strutturali danno un contributo chiave alla sostenibilità del debito“.

Anche perché “crescita inclusiva e sostenibilità ambientale devono andare di pari passo. Come deputato al Parlamento durante gli anni della crisi, ho capito l’importanza sia di salvaguardare la sostenibilità delle finanze pubbliche sia di essere in grado di fornire sostegno economico in tempi difficili”. Per poi aggiungere: “Durante il mio mandato, mi impegnerò a realizzare un’agenda politica che sosterrà la crescita e troverà il giusto equilibrio tra garantire la sostenibilità nel tempo, affrontando nel contempo tutte le questioni a breve termine attraverso l’adeguata flessibilità all’interno delle norme Ue”.

A tal fine promette di lavorare con il Parlamento europeo per attuare delle riforme che siano in grado di dare il via ad un sistema “di riassicurazione delle indennità di disoccupazione per fornire sostegno europeo a coloro che ne hanno bisogno, quando ne hanno bisogno“.

Scrivi un commento

300
Caricamento...

Leggi anche