×

Muore a 11 anni per tumore, il padre le scrive una lettera

Per tumore al cervello, Lucy muore a 11 anni. Il padre la ringrazia su Facebook: "Mi hai reso orgoglioso, mi mancherai mia bellissima principessa".

Lucy morta per tumore 11 anni
Lucy morta per tumore 11 anni

Lucy è morta di tumore a soli 11 anni. Il padre le scrive una commuovente lettera: “Eri la perfezione assoluta. Sono fiero di te. Mi mancherai mia bellissima principessa”.

La lettera del padre: “Eri fantastica”

Lucy Moroney aveva solo 11 anni e abitava insieme al padre a Heswall, in Inghilterra.

Nel luglio del 2017 le era stato diagnosticato un glioma pontino intrinseco diffuso (DIPG), una forma di tumore del cervello che colpisce soprattutto i bambini. Tutti i tentativi di cure sono stati vani. Inutile è stata la cura sperimentale in Messico a cui è stata sottoposta la piccola come inutile è stata anche la raccolta fondi per tentare qualsiasi strada pur di allungare la vita a Lucy. Per lei non c’era più nulla da fare e dopo un anno e mezzo il terribile male l’ha strappata dalle braccia del suo papà.

Quel padre che dopo la sua morte ha scelto di scrivere e condividere su Facebook una lunga lettera per ringraziarla: “Eri una figlia fantastica, la perfezione assoluta. Non ti ho mai sentito nominare una parolaccia, e questo mi ha reso così orgoglioso. Non ti sei mai lamentata durante tutte le terapie, mi hai sorpreso con la tua forza, il tuo coraggio, la tua grazia”, si legge nel post. E continua: “Il mondo è un posto peggiore senza di te.

Se avessi la possibilità di rifare tutto da capo, anche senza cambiare il finale, lo farei, perchè eri la perfezione. Mi mancherai mia bellissima principessa”.

La storia di Lucy

La storia di Lucy e del suo papà è una storia costellata da drammi. Nel 2012 Lucy ha perso la mamma e la sorellina Ruby. E come se la vita non era già stata abbastanza crudele, il suo cuore e quello del suo papà si sono spezzati ancora nell’estate del 2017. Il nome “Lucy” era stato scelto dai genitori proprio perchè significa “luce”. Lucy era bella dentro e fuori, con un sorriso radioso e un umorismo contagioso, ma anche un’anima sensibile. “Ho amato tutto di te, eri uno splendore“, la ricorda il padre, scusandosi anche per non essere riuscito a fermare quel brutto male che se l’è portata via. E dopo tanto dolore, dopo aver combattuto a denti stretti, senza mai lamentarsi, l’augurio del suo papà è solo uno: “Dormi bene, angelo mio”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora