×

Migranti, barcone in avaria: la Libia invia i soccorsi

La Libia ha inviato un cargo battente bandiera della Sierra Leone per salvare i cento migranti su un barcone in avaria al largo di Misurata.

Migranti, barcone in avaria salvato dalla Libia
Migranti, barcone in avaria salvato dalla Libia

I cento migranti a bordo del barcone in avaria al largo di Misurata sono stati soccorsi da un mercantile inviato dalla Guardia Costiera libica. Secondo quanto riportato dall’Ansa, si tratta del cargo Lady Sharm, partito dalla Libia ma battente bandiera della Sierra Leone.

“La nave Sierra Leone, sotto coordinamento libico, sta iniziando a prendere a bordo i cento migranti”, ha confermato Danilo Toninelli. “Tutto si svolge secondo le convenzioni internazionali. I naufraghi andranno in Libia. Seguo con attenzione, nella speranza che l’operazione si concluda senza problemi”. In una nota, i portavoce di Palazzo Chigi fanno sapere che il governo è “in continuo contatto con la Guardia Costiera libica perché effettui questo ulteriore intervento e metta in sicurezza i migranti che sono a bordo”.

Migranti, Salvini “Porti chiusi”

In una diretta Facebook da Lanciano, in provincia di Chieti, il vicepremier Matteo Salvini ha ribadito la chiusura dei porti e la lotta ai trafficanti: “Bisogna mettere in galera gli scafisti. Devono avere la certezza che i porti italiani sono chiusi. È l’unico modo per salvare vite umane. L’anno scorso di migranti ne sono arrivati di meno e ne sono morti di meno”. Anche Alessandro Di Battista, ospite a Che tempo che fa, esclude l’ipotesi di accogliere i cento migranti in Italia.

“Cosa farei in questo momento per quelle persone in pericolo? Le salverei e le porterei a Marsiglia. Finché non si crea un incidente diplomatico con la Francia il problema non si risolve. Bisogna valutare se la presenza delle Ong non favorisca queste partenze e i morti in mare”. Di Battista ha però preso le distanze dal ministro dell’Interno, sottolineando che “non saranno i porti chiusi o il muro di Trump a fermare queste migrazioni”.

Critiche a Salvini arrivano anche da un ex esponente del Movimento, il senatore Gregorio De Falco. “Salvini manca di umanità, è un cinico”, ha dichiarato l’ufficiale di Marina. “Non so se ci sarà una Norimberga, come dice Leoluca Orlando, ma un giudizio morale c’è comunque”.

Contents.media
Ultima ora