×

Colombia, pedofilo abusa di 276 bimbi: condannato a 60 anni

l pedofilo colombiano Juan Carlos Sanchez Latorre è stato condannato a 60 anni di carcere per aver abusato di 276 bambini in un anno. Era solito scattare foto e girare filmati durante gli abusi.

colombia pedofilo condannato 768x381

Un uomo di 40 anni è stato condannato a 60 anni di carcere per pedofilia. È accaduto in Colombia. La notizia è stata diffusa dalla Bbc. Juan Carlos Sanchez Latorre, noto con lo pseudonimo di “Lupo Cattivo“, è stato accusato di aver abusato, quando aveva circa 30 anni, di 276 bambini.

Le violenze sono state commesse tra il 2007 e il 2008. Il pedofilo era solito scattare foto e girare filmati durante gli abusi; successivamente diffondeva online le immagini e i video.

Pedofilo condannato a 60 anni

Latorre è rimasto impunito per oltre dieci anni, fino al suo arresto, un anno fa, mentre si trovava in Venezuela. Era latitante da cinque anni ed è stato fermato dalla polizia venezuelana, che lo ha trovato in possesso di una carta di identità falsa.

L’uomo è stato estradato in Colombia nel settembre 2018, dove è stato arrestato e sottoposto a processo. La magistratura colombiana è riuscita a risalire al metodo che il pedofilo utilizzava per adescare le sue giovanissime vittime. Si metteva in contatto con i bambini tramite Internet, poi dava loro appuntamento all’interno di centri commerciali. Lì offriva loro denaro in cambio di prestazioni sessuali, aggredendoli in caso di rifiuto.

Abusi filmati e fotografati

Il quotidiano El Heraldo ha riportato un comunicato del procuratore colombiano, in cui si legge che “gli attacchi sono stati fotografati e filmati e il materiale condiviso su social network con utenti di altri Paesi”. L’età delle vittime varia dagli 8 ai 14 anni in media, ma sembra che in un caso sia arrivato ad abusare di una bimba di soli 14 mesi, secondo quanto riportato dai media locali.

Si tratta di crimini descritti come “alcuni dei casi più raccapriccianti contro i bambini in Colombia dell’ultimo decennio”. I vicini di casa di Latorre hanno dichiarato di non aver mai nutrito alcun sospetto sull’uomo.

Contents.media
Ultima ora