×

Slovenia, un deputato si dimette per aver rubato un panino

In Slovenia un deputato del partito di centrosinistra si è dimesso per aver rubato un panino in un supermercato a Lubiana

Slovenia
Slovenia

“Ho atteso più di tre minuti per pagare, ma i dipendenti erano lì che parlavano e nessuno mi ha prestato attenzione. Per questo me ne sono andato senza pagare. Nessuno è venuto a cercarmi, non c’erano allarmi nonostante ci fossero telecamere di sorveglianza”, ha affermato Darij Krajcic mercoledì 13 febbraio durante un dibattito sulla sicurezza alimentare trasmesso in diretta televisiva.

Per il furto del panino in un supermercato a Lubiana, in Slovenia, il deputato del partito di centrosinistra del primo ministro Marjan Sarec (LMS) si è dimesso.

Deputato ruba un panino e si dimette

Il parlamentare 54enne, eletto lo scorso settembre con la lista di Sarec, si era inizialmente difeso dicendo ai media locali di aver rubato il panino per testare la sicurezza del supermercato. Krajcic, stando a quanto da lui dichiarato, sarebbe stato infastidito dall’atteggiamento degli impiegati del negozio, che lo avevano ignorato a lungo mentre era in cassa in attesa di pagare il panino.

A quanto ha raccontato, i tre dipendenti chiacchieravano tra di loro e nessuno si è accorto del furto, permettendogli di uscire indisturbato. Krajcic si è però difeso spiegando di essere poi tornato indietro a pagare il suo acquisto. Il furto, a sua detta, non era altro che una sorta di “esperimento sociale”.

La storia del furto è stata raccontata direttamente da Krajcic ai colleghi, che in un primo momento l’avevano presa sul ridere.

Una volta diventata di dominio pubblico, il partito ha condannato l’azione. Il capogruppo di LMS al parlamento, Brane Golubovic, l’ha definita “inaccettabile” e non in linea con gli standard etici del partito. Così riporta la BBC. Per questa ragione, Krajcic ha dato le proprie dimissioni.

Le parole di Krajcic

A Euronews Krajcic ha dichiarato amareggiato: “Ho fatto un errore. Se potessi tornare indietro, non lo rifarei”.

Quindi ha aggiunto che la reazione al suo gesto è una cartina al tornasole dello stato di salute della società slovena.

“Permettiamo che cose di questo genere succedano? Sto osservando che non lo permettiamo”, ha detto.

Contents.media
Ultima ora