×

Lavora come pilota di linea per 20 anni, ma non ha il brevetto

L'anomalia è stata scoperta dopo che William Chandler ha eseguito una serie di manovre irregolari nello spazio aereo svizzero.

Pilota senza brevetto
Pilota senza brevetto

La mancanza di un brevetto non ha impedito a William Chandler di lavorare come pilota per aerei di linea per ben 20 anni. L’anomalia è venuta alla luce solo durante un volo nei cieli svizzeri, durante il quale ha eseguito una serie di manovre irregolari, riporta il Messaggero.

Secondo quanto si apprende dal Mail & Guardian, l’uomo stava pilotando il volo SA206 diretto a Francoforte, in Germania, nel novembre 2018.

L’incidente in Svizzera

In realtà, Chandler era stato designato come co-pilota per quel viaggio, ma nel momento dell’attraversamento dello spazio aereo svizzero si trovava al comando del veivolo. “Ci sono state alcune strane svolte che l’aereo ha fatto nell’aria e che non sono state capite da nessuno, nemmeno dal personale di bordo”, ha dichiarato un portavoce della compagnia aerea Tlali Tlali.

“Quando sono atterrati, ovviamente hanno dovuto scrivere un rapporto di sicurezza e, inevitabilmente, dare spiegazioni. Di fronte a incidenti come questo, la compagnia aerea intraprende indagini per raccogliere dettagli rilevanti, stabilire fatti e decidere azioni disciplinari“.

Pilota senza brevetto

Fin da quando era bambino, Chandler sognava di essere alla guida di aerei che trasportano centinaia di passeggeri da un capo all’altro del pianeta. Pur di realizzare il suo sogno, è stato disposto a falsificare i documenti necessari, grazie ai quali ha ottenuto un posto presso la South African Airways (SAA).

Nel corso dell’indagine sull’incidente nei cieli svizzeri, gli inquirenti sono venuti a conoscenza di altri dettagli sospetti che hanno portato alla verità. Chandler non ha mai voluto essere promosso a capitano, perché questo avrebbe significato dover presentare la sua certificazione come pilota. “Questo avrebbe dovuto suscitare qualche sospetto“, ha commentato un collega, dal momento che la promozione gli avrebbe garantito uno stipendio più alto.

Le indagini

La compagnia aerea ha denunciato il falso pilota per frode e ha rafforzato il processo di controllo delle autocertificazioni e dei documenti di chi presenta la domanda.

“Il nostro punto di vista è che si tratta di un caso isolato“, ha commentato Kabelo Ledwaba, portavoce dell’autorità per l’aviazione civile sudafricana. “Ma abbiamo tutto l’interesse di capire come sia accaduto tutto questo”.

Contents.media
Ultima ora