×

Cornovaglia, storia dei meravigliosi Giardini perduti di Heligan

200 ettari di parco in perfete condizioni, custodi di alberi e piante molto antiche: i Giardini perduti di Heligan si trovano in Cornovaglia.

cornovaglia giardini perduti heligan

La Cornovaglia è conosciuta per avere le migliori condizioni climatiche dell’intera Gran Bretagna. Sul suo territorio sono presenti alcune meraviglie forse poco note ma che meritano una conoscenza più approfondita. Una di queste è la tenuta Heligan, una palazzina signorile con parchi circostanti costruiti nel 1200. Fu intorno al 16° secolo (non prima) che la ricca famiglia Tremayne decise di trasferirsi all’interno della struttura. Ma fu ben due secoli prima che iniziò a coltivare ciò che è ora noto come Lost Gardens of Heligan, i Giardini perduti di Heligan.

La parola Heligan deriva dalla lingua estinta della Cornovaglia e significa “albero di salice”. I giardini sono considerati perduti perché per 75 anni sono stati profondamente dimenticati. Circondata da oltre 200 ettari di parco, l’Heligan House, durante gli anni d’oro era perfettamente attrezzata.

Con il passare degli anni, i Tremaynes hanno tramandato di padre in figlio l’amore e la cura per il loro grazioso parco, prestando particolare attenzione allo sviluppo orticolo dei giardini di Heligan.

La Prima Guerra Mondiale fu l’inizio della crisi

La famiglia impiegava regolarmente un numero impressionante di pollici verdi, arrivando fino a un totale di 20 giardinieri a tempo pieno. A partire dalla fine del XVIII secolo, la famiglia Tremayne iniziò a lavorare su più di un classico giardino all’inglese. I terreni avevano impressionanti esemplari di alcuni dei più antichi rododendri e camelie, così belli da vincere premi ancora oggi. Uno dei giardini presenti è una sorta di giungla, con piante esotiche raccolte da tutto il mondo.

Dopo lo scoppio della Prima Guerra Mondiale i giardini subirono un ridimensionamento della forza lavoro. Sebbene la famiglia Tremayne disponesse di molto denaro, non poteva impedire al personale di andare in guerra. I giardini, ettari di verde lussureggiante, videro un rapido decadimento.

cornovaglia giardini perduti heligan

Bellezza riconosciuta ancora oggi

Durante la Guerra, la casa padronale fu trasformata in un ospedale di convalescenza e in seguito, durante la Seconda Guerra Mondiale, fu utilizzata come base dalle truppe americane. La casa fu completamente ripensata nel 1970, quando fu demolita in appartamenti e affittata. A questo punto, i giardini di Heligan furono ufficialmente persi. Un altro motivo per cui la tenuta perse la sua imponente grandezza fu la morte di Jack Tremayne, l’ultimo erede della tenuta. Jack non si sposò e non ebbe figli. La casa cambiò proprietario e nessuno si ricordò l’esistenza dei giardini.

Negli ultimi 30 anni, però, i giardini sono stati coltivati ​​e restaurati per rispecchiare la grandiosità che conoscevano al tempo della famiglia Tremayne. I The Lost Gardens attraggono ancora oggi migliaia di visitatori tutto l’anno, offrendo la possibilità di trascorrere una giornata circondati da alberi e piante meravigliose.

Nato a Magenta (MI), classe 1984, è laureato magistrale in Teoria e Metodi per la Comunicazione presso l'Università Statale di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per ChiliTV, That's All Trends e Ultima Voce.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Alberto Pastori

Nato a Magenta (MI), classe 1984, è laureato magistrale in Teoria e Metodi per la Comunicazione presso l'Università Statale di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per ChiliTV, That's All Trends e Ultima Voce.

Leggi anche