×

India, causa maltempo crolla un tendone: 14 morti

Condividi su Facebook

Il maltempo ha provocato il crollo di un tendone nell'India settentrionale. Tra i 300 presenti si contano 14 vittime

crollo india

Verrà ricordata come una grande, inaspettata tragedia quella che ha colpito l’India settentrionale domenica 23 giugno 2019. Purtroppo però, per molti non sarà più possibile ricordare: sono 14 in totale le persone che hanno perso la vita a seguito del crollo di un tendone montato in occasione di una festa religiosa. E’ successo nella piccola Jasol, una cittadina nello stato indiano del Rajastan. Nel tendone c’erano circa 300 persone. C’erano anche dei petali di rosa sparsi sul pavimento che hanno poi lasciato il posto alle macerie.

Momenti di terrore

A causa del maltempo, il tendone installato a posta per i festeggiamenti religiosi in India è crollato: 14 vittime, morte per cause di diversa natura (e sciagura). Fulminate dai cavi ad alta intensità, schiacciate dalle macerie. Un finale doloroso per gli indiani che erano sotto quel tendone, una sorta di riparo dalla forte pioggia che stava interessando la zona. Una tragedia che ha sconvolto tutti, dai personaggi politici alla gente comune, addirittura il mondo intero.

Il premier indiano Narendra Modi ha subito espresso la sua vicinanza nei confronti dei parenti delle vittime e di tutti i presenti che sono riusciti a farla franca e a mettere in salvo la propria vita. Precipitazioni intense e forti raffiche di vento sono state le cause principali che hanno portato il tendone a cedere. Su Twitter, il politico ha definito l’episodio come una grande tragedia. Su 300 persone presenti sotto quel tendone intente a celebrare il rito religioso, 14 hanno perso la vita e altre 50 sono rimaste ferite.

Nata a Trinitapoli (BAT), classe 1994, è laureta in "Comunicazione, media e pubblicità" presso la IULM. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Giorgia Giuliano

Nata a Trinitapoli (BAT), classe 1994, è laureta in "Comunicazione, media e pubblicità" presso la IULM. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.