×

Migranti, padre e figlia annegati in Messico: la foto che indigna gli Usa

Il candidato democratico Beto O'Rourke: "Trump è responsabile di queste morti". Altri quattro corpi sono stati trovati presso il Rio Grande.

Messico migranti morti
Messico migranti morti

Se è vero che un’immagine vale più di mille parole, sono diverse migliaia quelle raccontate dalle fotografie che, in questi anni, hanno mostrato al mondo intero la sofferenza dei migranti che tentano, spesso invano, di varcare confini di terra e di acqua. Come quella del piccolo Aylan riverso su una spiaggia turca o quella che ritrae la bimba piangente, separata dalla madre, al confine con gli Stati Uniti. Viene proprio da qui, dalla frontiera tra Usa e Messico, anche lo scatto che sta indignando e commovendo l’America. Mostra due corpi esanimi immersi in acqua e fango, un padre e una figlia salvadoregni annegati nel fiume che separa il Texas dal territorio messicano.

Morti padre e figlia

I loro corpi sono stati trasportati fino a riva dalla corrente del fiume, riporta Repubblica, dove sono stati trovati e immortalati.

L’uomo, 25 anni, si chiamava Oscar Alberto Martinez ed era in fuga da El Salvador verso l’America insieme alla figlia Angie Valeria, di soli due anni. Il padre ha tentato in tutti i modi di tenere la figlia stretta a sé, legandola con una maglietta nel tentativo di proteggerla, ma invano. Le autorità hanno fatto sapere che le salme saranno rimpatriate nei prossimi giorni. Nel frattempo, il ministro degli Affari esteri di El Salvador ha invitato tutte le famiglie di migranti che stanno intraprendendo lo stesso cammino di Oscar e Angie a ripensarci e a “non rischiare“.

O’Rourke: “Trump è responsabile”

La drammatica foto è stata condivisa da Beto O’Rourke, candidato democratico alla Casa Bianca per le prossime elezioni politiche statunitensi. “Trump è responsabile di queste morti”, è il commento che si legge sulla sua pagina Twitter.

“La sua amministrazione costringe le persone in cerca di asilo ad attraversare il confine eludendo i normali porti di ingresso, causando grandi sofferenze e morte“.

Altri tre morti

Ma non si tratta delle uniche vittime del viaggio della speranza dei migranti sudamericani. Nelle stesse ore, le autorità federali degli Stati Uniti hanno dichiarato di aver rinvenuto altri quattro corpi nei pressi del fiume Rio Grande. Il decesso sarebbe sopraggiunto per disidratazione dovuta al caldo torrido. Secondo quanto riportato dalle fonti locali, si tratterebbe di una donna e tre bambini, di cui un neonato.


Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Caricamento...

Leggi anche