Siria, “raid israeliano su Damasco e Homs, 4 morti tra cui un bimbo”
Esteri

Siria, “raid israeliano su Damasco e Homs, 4 morti tra cui un bimbo”

Siria

Un bimbo sarebbe morto e una neonata sarebbe rimasta ustionata. Ci sono anche loro tra le vittime di un raid aereo in Siria, imputato ad Israele.

E’ di quattro civili morti, tra cui un bambino piccolo, il bilancio di un raid aereo sferrato domenica 30 giugno 2019 su Damasco e Homs, in Siria. In base alla tv di Stato siriana, sarebbero invece ventuno i feriti tra cui una bambina di appena un mese, che avrebbe riportato ustioni e ferite al volto. Tantissimi invece i danni alle abitazioni.

Gli obiettivi

L’attacco missilistico è stato poi confermato dal Comando centrale delle forze americane. Stando a quanto riferisce l’agenzia Sana, un certo numero di “bersagli nemici” sono stati invece intercettati. Secondo il canale televisivo Al-Mayadeen, Al-Masdar News e altre fonti della regione, i missili sarebbero stati lanciati dallo spazio aereo libanese. Al momento dell’attacco sono stati avvistati aerei israeliani effettuare voli a bassa.

Probabilmente l’obiettivo era colpire l’aeroporto militare di Mezzeh che si trova vicino a Damasco, ma nel raid sarebbero state prese di mira anche le città di Jamraya, Sahnaya e Daraya.

Attaccata anche la zona attorno ad Homs, vicino al confine con il Libano.

Esplosione a Cipro

Israele non ha confermato di essere responsabile del raid, anche se nell’ultimo periodo Tel Aviv ha ammesso di aver colpito diverse installazioni dell’esercito siriano in rappresaglia a ciò che sta avvenendo presso le alture del Golan occupate.

C’è stata invece nella notte successiva un’esplosione nella parte settentrionale di Cipro, in quell’area sotto il dominio turco. Le autorità locali ipotizzano che sia stata provocata da un missile che ha mancato il bersaglio durante un’incursione israeliana in Siria.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Paola Marras
Di origine sarda ma nata e cresciuta a Roma. Dopo la maturità classica ho studiato "Scienze politiche" all'Università La Sapienza. Scrivo quotidianamente sul web per testate e blog dal 2006, giornalista dal 2009. Mi sono sempre occupata di servizi di approfondimento e d'inchiesta, alcuni scelti come fonte di Wikipedia, di libri e testi universitari mentre altri sono stati tradotti all'estero. Autrice anche di qualche scoop. Dal 2018 lavoro a tempo pieno per Notizie.it. Progettista Web e "Tecnico Superiore per la Comunicazione e il Multimedia", ho una profonda conoscenza del mondo internet e per questo non sono sui social.
Contatti: Mail