Giovane morto dopo aver bevuto frullato proteico: troppa caffeina
Esteri

Giovane morto dopo aver bevuto frullato proteico: troppa caffeina

morto per frullato proteico

Poco prima di morire il giovane aveva scritto agli amici: "Ho bevuto un frullato, aveva un sapore orribile. Era amaro"

Il 22enne Lachlan Foote è morto dopo aver bevuto un frullato proteico ed è stato ritrovato cadavere dai genitori. La tragedia è avvenuto più di un anno fa, ma finalmente la morte del ragazzo ha una causa. Gli accertamenti post mortem hanno infatti confermato che il decesso è stato causato da un elevata dose di caffeina all’interno del frullato. Il ragazzo era tornato a casa da una serata con gli amici a Sydney, quando aveva deciso di prepararsi una bevanda energetica. Avrebbe però esagerato con la caffeina in polvere, imprudenza che gli è stata fatale. Nel berlo, il 22enne si era però accorto di qualcosa di strano e aveva avvertito gli amici: “Mi sono appena fatto un frullato anti-sbornia, ma era amaro e aveva un sapore orribile. Buonanotte ragazzi, a domani”. Poche ore dopo è stato ritrovato morto sul pavimento della sua casa.

Il monito del padre

Nigel Foote, padre di Lachlan, dopo la tragedia ha detto di voler condividere la storia del figlio per avvertire tutti gli altri giovani come lui sulle gravi conseguenze che può avere anche un piccolo gesto come versare un cucchiaino di polvere di caffeina.

Si tratta infatti di un prodotto ampiamente commercializzato come integratore alimentare da aggiungere a bevande energetiche e frullati, ma non tutti sanno che se combinata con alcuni farmaci, essa può essere letale. La Alchool and Drug Foundation, ha fatto sapere che il consumo di caffeina combinato all’alcool può stressare eccessivamente il fisico. “E’ molto probabile – ha detto il padre – che Lachlan non abbia letto l’etichetta sul pacchetto e che non fosse consapevole delle dosi da utilizzare. E’ scandaloso che questo prodotto non sia vietato”.

Sostanza pericolosa

La polvere che il giovane ha disciolto nella sua bevanda si è rivelato essere un prodotto potenzialmente pericoloso e da utilizzare con cognizione. La Cornell University ha infatti comunicato che un cucchiaino di polvere di caffeina pura contiene 5 mila milligrammi di caffeina: “Mescolare due cucchiai di polvere in una bevanda equivale a bere 70 Red Bull in una volta, il che potrebbe uccidere“.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Antonella Ferrari
Classe 1995, lodigiana di nascita, grande appassionata di danza, sport e viaggi. Laureata in "Scienze Umanistiche per la Comunicazione" all’Università Statale di Milano, coltiva da sempre l’interesse per il giornalismo. Dopo aver svolto uno stage nella redazione di un quotidiano locale, da ottobre 2018 collabora con Entire Digital Publishing in qualità di redattrice per Notizie.it.