×

Uccisa con una pistola mentre giocava a Pokémon Go: indaga la Polizia

Condividi su Facebook

La giovane si trovava a bordo della sua auto e aveva appena assistito al furto di un'auto ad opera dello stesso uomo che le ha sparato.

uccisa mentre giocava a Pokémon Go

Tragedia negli USA, dove una ragazza è stata uccisa a bordo della sua auto mentre giocava a Pokémon Go. Il responsabile aveva appena rubato un’automobile insieme ad un complice e non è ancora stato identificato dalla Polizia.

Uccisa mentre giocava a Pokémon Go

Cayla Campos non è la prima a rimanere vittima del gioco. Diversi incidenti sono stati causati da conducenti intenti a dare la caccia ai Pokémon e poco a guardare la strada di fronte a sé. Ma non è questo il caso della giovane, che si è trovata suo malgrado coinvolta in una sparatoria.

Era in macchina con il fidanzato a giocare quando, nei pressi del loro appartamento a Albuquerque (Nuovo Messico) hanno visto due uomini rubare un’auto. Essendo spaventati dalla situazione, hanno subito deciso di fuggire mettendo velocemente in moto la loro vettura.

Ma i ladri si sono accorti che li avevano visti e così, per evitare di avere testimoni oculari, uno di loro ha aperto il fuoco.

La giovane 21enne è stata colpita alla testa e i due fidanzati si sono scontrati contro il muro di una casa. Cayla è stata immediatamente portata in ospedale, dove però è morta poco dopo l’arrivo a causa delle gravi ferite riportate. Sul caso sta indagando la Polizia, che non è ancora riuscita a identificare i responsabili.

Il caso è stato anche riportato sulla bacheca annunci di Pokémon Go. Qui si invita a prestare attenzione alla propria sicurezza quando si gioca, tenendo sempre sotto controllo tutto ciò che sta intorno.

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Debora Faravelli

Nata in provincia di Como, classe 1997, frequenta la facoltà di Lettere presso l'Università degli studi di Milano. Collabora con Notizie.it

Leggi anche